Vestibolite: cause e sintomi

-
12/01/2021

Dolori durante i rapporti sessuali. Fino a poco tempo fa venivano considerati solo una scusa usata dalle donne per evitare le avances del partner. Ora invece si è dato un nome a questo fastidio: vestibolite. Scopriamo i sintomi e le cause più comuni.

woman-837156_1920


Si chiama vestibolite ed è una malattia ginecologica con sintomi molto particolari, che fino a pochi anni fa venivano considerati alla stessa stregua del mal di testa da “mancanza di desiderio”. Ma non è più così.

Vestibolite; sintomi

“Ci sono tre disturbi che sono sempre presenti”, spiega Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica, ospedale San Raffaele Resnati, Milano. “Sono il dolore all’ingresso della vagina, nella zona chiamata appunto vestibolo, la presenza di un eritema, cioè di una forte irritazione nella zona con arrossamento e bruciore, e il dolore durante la penetrazione, che spesso impedisce il rapporto”.

Vestibolite: cause

A scatenare la vestibolite è nel 60% dei casi una malattia infettiva, principalmente la candida, la tricomoniasi e la clamidia. Se non vengono curate bene, o addirittura trascurate, ogni volta che si ripresentano rendono più sensibile la zona. Si instaura così un circolo vizioso: man mano aumentano sempre di più l’irritazione e il dolore che gradualmente diventa cronico.

Nel restante 40% dei casi, hanno un ruolo le abitudini errate come l’uso continuo di detergenti intimi che cambiano il pH vaginale. È dannosa anche l’abitudine a indossare sempre salva-slip o biancheria intima sintetica, perché questi indumenti scatenano una reazione allergica e con il tempo possono aumentare la produzione di alcune sostanze che stimolano un incremento delle fibre nervose e quindi della percezione del dolore.

A volte infine all’origine della vestibolite c’è un problema “meccanico”: uno stato continuo di contrazione di uno dei muscoli dell’ano. “È un problema in genere presente fin dalla nascita”, puntualizza la professoressa Graziottin. “Questo irrigidimento causa di conseguenza anche una contrattura dei muscoli che sono nelle vicinanze e in prima linea di quelli del vestibolo”.


Caterina Mora
Laureata in Biologia della nutrizione
Beauty consultant
Wellness consultant
Suggerisci una modifica