Una dieta pericolosa per la salute: la denuncia del TAR

Francesca Naima
  • Appassionato di Medicina e Salute

Prometteva mari e monti, mettendo in serio pericolo coloro che, fidandosi di lui in quanto “esperto”, iniziavano ad avvicinarsi al metodo per dimagrire spacciato come sano ed efficace. 

Una dieta pericolosa per la salute:

Adriano Panzironi, imprenditore e ideatore di un “metodo infallibile” per dimagrire, si ritrova ora a dovere pagare il prezzo  delle proprie calunnie. Di alcune metodologie spacciate come efficaci ma in realtà non solo disattente, ma anche pericolose.

Il promotore di Life 120, regime alimentare ora ufficialmente riconosciuto come malsano, era già stato analizzato dall’AGCOM, che infine aveva multato Panzironi e l’emittente che aveva dato spazio al grande guru di uno stile di vita sano.

Ora, Adriano Panzironi nato a Roma nel 1972 e ideatore di una pratica alimentare che prometteva addirittura 120 anni di vita in più a chiunque acquistasse i suoi integratori, si ritrova a doversi difendere in tribunale.

Adriano Panzironi: la multa per una pratica pericolosa

Una dieta pericolosa per la salute:

Il TAR del Lazio ha deciso: Adriano Panzironi dovrà pagare 260.000 euro per avere diffuso una dieta pericolosa per la salute e senza alcuna base scientifica. Life 120, questo il nome del regime alimentare che il giornalista e imprenditore spacciava come salvifico e quasi magico, è stato reputato dal Tribunale errato, pericoloso e dannoso per la credibilità nella medicina tradizionale:

[…] Ingenera sfiducia nella medicina tradizionale […]. Collega in modo pericoloso l’adozione di uno stile di vita alla cura di malattie gravi come il tumore.

È stato precisato dal Tribunale della regione Lazio,
che ha del tutto bocciato la dieta ideata da Panzironi, ora sotto processo per avere esercitato la professione di medico senza esserne minimamente abilitato. È dal 2019 che il giornalista era finito nel mirino dell’AGCOM, specialmente dopo che quest’ultimo era apparso sul piccolo schermo per diffondere il suo verbo.

Adriano Panzironi prometteva qualcosa di molto vicino all’utopia. Il finto medico ha da tempo parlato di una dieta arricchita da integratori (ovviamente) da lui prodotti che avrebbe addirittura allungato la vita.

I messaggi condivisi col pubblico dall’imprenditore, tutto tranne che medico o reale esperto, sono stati riconosciuti come rischiosi da diffondere, motivo per cui ora è richiesto il pagamento di 260 mila euro da parte di Panzironi, come risarcimento per le infondate promesse.

I giudici hanno inoltre sottolineato come le informazioni diffuse da Panzironi possano creare sfiducia nella medicina:

Gli approfondimenti e le testimonianze trasmesse dal canale sono idonee a ingenerare sfiducia nella medicina tradizionale. Se è vero che la riduzione degli zuccheri e l’attività motoria determinano il miglioramento delle patologie, come dimostra la medicina tradizionale, è pericoloso, in termini di salute pubblica, collegare all’adozione di uno e stile di uno stile di vita la cura o la regressione di malattie gravi come i tumori o patologie genetiche.