Tumori del sangue: nuove scoperte

La lotta ai tumori del sangue si arma dell’alleanza fra Italia e Stati Uniti: un ponte della ricerca e dell’assistenza per definire strategie comuni fra le due sponde dell’Atlantico. L’intesa è stata siglata fra la Società Italiana di Ematologia (SIE) e quella americana (ASH, American Society of Hematology) a Orlando (USA) durante il 57° Congresso ASH appena svoltosi in Florida.

blood-1813410_1280

Gli obiettivi? “Disporre di linee guida condivise e offrire a dieci giovani clinici italiani una borsa di studio per frequentare per una prestigiosa Università americana, sotto l’egida condivisa delle due società scientifiche”, dichiara il prof. Fabrizio Pane, presidente SIE.

corona-5174671_1280Anche per una patologia tradizionalmente difficile da trattare come il mieloma multiplo oggi si stanno aprendo prospettive importanti grazie all’immuno-oncologia.


Leggi anche: Rosmarino: scoperte proprietà antitumorali

“Oggi circa il 42% dei pazienti è vivo a 5 anni dalla diagnosi – sottolinea il professor Pane ricordando come per questa malattia, che ogni anno fa registrare in Italia circa 4.500 nuovi casi, sia fondamentale adottare strategie combinate -. L’immuno-oncologia permette inoltre di raggiungere un profilo di tossicità ottimale, eliminando molti effetti collaterali legati ad esempio alle terapie classiche come la perdita dei capelli”.