Tumore prostata: cause e rimedi innovativi

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa

Il tumore alla prostata è uno dei più comuni negli uomini; sempre in aumento, questo tumore è particolarmente spinoso, soprattutto per quanto riguarda le nuove tecniche per rimuoverlo. Ecco che la scienza medica ha introdotto un nuovo radio farmaco nella cura post operatoria che arriva in sostegno dei malati di tumore alla prostata.

FARMACO

Aumenta la sopravvivenza globale, funzionando anche nei pazienti ritrattati, ossia che hanno già ricevuto un primo trattamento con il farmaco. È questo il grande merito della nuova terapia a base del Radio-223: il primo radiofarmaco efficace nei pazienti con tumore della prostata e metastasi ossee resistenti alla castrazione (CRPC).

Il tumore prostatico è il secondo tipo di neoplasia maligna più comunemente diagnosticata negli over 50 di tutto il mondo, costituisce la quinta causa principale di morte per cancro, e quello resistente alla castrazione ne rappresenta la forma avanzata.

In Italia vivono 398 mila uomini dopo la diagnosi di tumore della prostata. La maggioranza dei pazienti presenta metastasi ossee sintomatiche, che causano dolore ed eventi scheletrici (come fratture o compressione del midollo spinale), e sono associate ad una ridotta sopravvivenza.

Radio 223: la nuova frontiera contro il tumore alla prostata

Prostata

“Terapie come il Radio-223 possono controllare la malattia e prolungare la sopravvivenza. Per questo ci impegniamo a proseguire lo studio di queste molecole per meglio comprendere gli approcci ottimali di trattamento”, ha spiegato il professor Fred Saad, Urologo e direttore del G-U Oncology presso l’Università di Montréal, intervenendo al 31° Congresso dell’Associazione europea di urologia (European Association of Urology – EAU) tenutosi a Monaco.

Il Radio-223 è stato approvato in più di 40 Paesi in tutto il mondo e al momento è ampiamente utilizzato anche nelle cliniche italiane; purtroppo non è adatto per tutti i soggetti e, soprattutto in caso di un tumore a livello particolarmente avanzato, non è detto che il farmaco abbia la stessa utilità.