Tosse, non più sintomo ma malattia

Arianna Preciballe
  • Appassionato di Medicina e Salute

La tosse, da sintomo a malattia: è questo il risultato del lavoro della task force della European Respiratory Society, presieduta dal Prof. A. Morice, che offre una nuova visione sulla tosse, definendola come entità autonoma e non più come banale sintomo aspecifico.

Schermata 2021-03-10 alle 12.48.25

Secondo i dati delle ultime ricerche, la tosse persistente ha un’incidenza del 10% e i più colpiti sono donne e bambini.

Se per questi ultimi, sino agli 8/10 anni, la causa è da ricondurre a un sistema immunitario ancora incompleto, e quindi più esposto alle infezioni, per le donne si è ipotizzato esista una maggiore sensibilità nel rispondere agli stimoli esterni con la tosse.

Tosse: in arrivo nuovi farmaci?

Schermata 2021-03-10 alle 12.52.31

Da un punto di vista geografico, i più colpiti sono le popolazioni del Nord Italia (+25%) rispetto a quelle del Centro Sud, a causa delle particolari condizioni climatiche e ambientali.

Da un altro studio è stato registrato un leggero aumento di tosse nel Veneto rispetto ad altre realtà regionali. Non esiste ancora un farmaco antitosse in senso stretto, ed è stato spesso dimostrato come per la sua interruzione una caramella al miele possa essere efficace quanto o più di un qualsiasi altro farmaco oggi presente sul mercato.

Le recenti evidenze scientifiche hanno permesso la nascita di un nuovo filone di ricerca e sviluppo che dovrebbe dare a breve dei risultati e, quindi, farmaci innovativi.

“Nel tempo era scemato molto l’interesse sulla tosse, forse a causa di ritardi culturali o di una mancanza di fondi e di investimenti. Oggi possiamo parlare di una rivoluzione nel campo. Gli ultimi sviluppi hanno condotto a risultati confortanti e fanno presumere applicazioni rilevanti nel prossimo futuro. Ma ci vorrà ancora qualche anno per avere i primi farmaci specifici. Sino ad allora i farmaci continueranno a curare la tosse in maniera sintomatica”.

spiega il Prof. Dal Negro, Responsabile del Centro Nazionale Studi di Farmacoeconomia e Farmacoepidemiologia respiratoria.