Sindrome metabolica: cos’è e come prevenirla

-
15/04/2021

La sindrome metabolica è una patologia troppo spesso sottovalutata che, però, in molti casi può portare a seri problemi e a patologie pericolose. Come possiamo fare, allora, per combatterla?

Schermata 2021-03-31 alle 23.31.11

Per sindrome metabolica (detta anche sindrome X) si intende una condizione clinica caratterizzata dalla presenza in uno stesso individuo di alterazioni metaboliche, tra di esse correlate, che costituiscono degli alti fattori di rischio per l’insorgenza di patologie cardiovascolari.

La sindrome metabolica è così diffusa nei Paesi industrializzati tanto da assumere le caratteristiche di una vera e propria epidemia.

È stato infatti calcolato come in questi Paesi l’incidenza di questa condizione clinica investa il 25% circa della popolazione adulta; in particolare, si è visto che in circa il 90% dei soggetti diabetici può essere fatta diagnosi di sindrome metabolica.

Questi dati così allarmanti sono riconducibili con alta probabilità allo stile di vita proprio dei Paesi occidentali caratterizzato infatti da iperalimentazione e scarsa o, addirittura, nulla attività fisica.


Leggi anche: Sindrome metabolica: sintomi e rimedi

Caratteristiche della sindrome metabolica

Schermata 2021-03-31 alle 23.35.05

Le continue ricerche che vengono svolte in questo campo confermano sempre più che l’insorgenza della sindrome metabolica sia dovuta all’interazione di fattori genetici (caratteristici di ogni individuo verso i quali non possiamo attuare alcuna modifica) e di fattori ambientali (alimentazione, attività fisica, abitudine al fumo) nei confronti dei quali possiamo abbondantemente intervenire.

Si ipotizza inoltre che l’attivazione dei fattori genetici sia determinata proprio dalla stimolazione da parte dei fattori ambientali.

Obesità viscerale: cos’è?

Schermata 2021-03-31 alle 23.33.07

Anche l’obesità viscerale è una condizione che predispone alla comparsa della sindrome metabolica. Il deposito del tessuto adiposo può interessare diverse aree del corpo, ma quella che desta maggiore preoccupazione per la nostra salute è l’accumulo del grasso a livello addominale.

Più specificatamente si verifica un accumulo di grasso all’interno dell’addome dove il tessuto adiposo si deposita principalmente al livello della membrana che riveste gli organi.

Numerosi sono infatti gli studi che associano questa condizione, diversamente dal deposito di grasso a livello sottocutaneo, ad un maggiore rischio di insorgenza di patologie cardiovascolari.

L’obesità addominale viene determinata attraverso la misurazione della circonferenza addominale quando questo valore supera i 102 cm negli uomini, e gli 88 cm nelle donne.


Potrebbe interessarti: Ipertensione arteriosa: cos’è e come prevenirla

Sindrome metabolica: rimedi 

Schermata 2021-03-31 alle 23.34.24

Per contrastare questa condizione altamente pericolosa per la nostra salute dobbiamo necessariamente modificare il nostro stile di vita migliorando la nostra alimentazione e incrementando l’attività fisica.

L’unico stile alimentare che può decisamente aiutarci è la dieta mediterranea nella quale la ricchezza di antiossidanti, fibre, minerali, acidi grassi essenziali e il basso contenuto di grassi, rappresentano l’unico antidoto per sconfiggere la sindrome metabolica.

L’alimentazione però da sola non basta, è necessario affiancare ad una sana ed equilibrata alimentazione anche una giusta dose di movimento che deve essere svolta con una costanza e con una giusta frequenza.

Non cerchiamo alternative o cure miracolose: queste sono le uniche armi vincenti valide per preservare la nostra salute.


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
Suggerisci una modifica