Sbalzi d’umore: l’importanza della tiroide

Forse non lo sai, ma la tiroide è strettamente collegata all’umore e alle sue modificazioni. Gli ormoni che vengono prodotti da questa ghiandola infatti, influenzano un po’ tutto l’organismo e sono capaci di agire anche a livello cerebrale. Affrontiamo l’argomento con la consulenza del professor Luigi de Maio, neuropsichiatra e psicoterapeuta a Roma.

Schermata 2021-07-10 alle 14.09.46

Gli ormoni prodotti dalla tiroide modificano la produzione di neurotrasmettitori, sostanze prodotte dal cervello che regolano diverse attività, tra cui il tono dell’umore.

“Non a caso, sia in chi soffre di ipotiroidismo, sia in chi ha a che fare con l’ipertiroidismo, si assiste ad alcune modificazioni del comportamento sono dovute alla malattia e che tendono a scomparire con le opportune cure”,

spiega il prof. De Maio.

Non temere le cure per la tiroide

Schermata 2021-07-10 alle 14.12.12


Leggi anche: Sbalzi d’umore: come risolvere il problema?

Un timore abbastanza diffuso è quello che i farmaci per curare la tiroide o eventuali noduli, possano fare male, soprattutto se assunti tutta la vita. Il dubbio principale è legato agli effetti collaterali che possono determinare. Per non parlare poi dello iodio radioattivo, che può generare ansia.

Niente panico. Innanzitutto le cure vengono sempre somministrate sotto controllo medico, con dosaggi controllati che non causano danni, neppure a lungo termine. I farmaci, compreso lo iodio radioattivo, aiutano a vincere tutti i fastidi fisici e psicologici legati al malfunzionamento della tiroide. Appena cominceranno a fare effetto, tutto apparirà sotto una nuova luce, decisamente più serena e ottimista.

Tiroide: un problema che va affrontato con fiducia 

Schermata 2021-07-10 alle 14.05.55

Spesso, quando si sa di avere questo problema, ci si fa prendere dal panico e, in caso di presenza di noduli, dal terrore che sia di natura maligna. Si tratta di una reazione assolutamente nella norma. Niente paura però, perché nella maggior parte dei casi, i noduli sono benigni e anche quando fossero maligni, le cure garantiscono ottime possibilità di guarigione.

“Superare la paura degli accertamenti è fondamentale per capire di cosa si soffre e per escludere la presenza di un nodulo maligno. Se si supera il timore iniziale, si tirerà quasi sicuramente un sospiro di sollievo. La paura nasce dal non capire l’origine dei malesseri,  ma anche al non conoscere le cure disponibili”,


Potrebbe interessarti: Dieta: l’importanza della motivazione

prosegue il professor De Maio.

“Se si è particolarmente sensibili o spaventati, è bene farsi accompagnare dal medico o a fare gli esami, da un amico o da un parente”.

Chi soffre di ipotiroidismo potrebbe avere a che fare con una sorta di disinteresse nei confronti del sesso, con una sensazione di depressione, con la mancanza di concentrazione, con la memoria scarsa e così via. In caso di ipertiroidismo invece, si può manifestare una specie di ansia di fare tutto e subito, difficoltà di concentrazione, irritabilità e insonnia.

“Questi disturbi possono diventare un vero e proprio incubo per i malati e per chi sta loro vicino. Per questo è fondamentale sottoporsi agli opportuni controlli, per individuare e curare le malattie della tiroide, riequilibrando la situazione”,

consiglia il professor De Maio.

Superare il timore delle recidive

Schermata 2021-07-10 alle 14.20.14

Se un nodulo scatena paure a volte incontrollabili, a maggior ragione, a seguito dell’asportazione di un tumore maligno alla tiroide si può precipitare nel terrore che si possano manifestare delle recidive. Si tratta di una reazione normale, che può essere tenuta a bada guardando la situazione da un altro punto di vista.

“Per prima cosa bisogna sapere che oggi i tumori maligni della tiroide non mettono quasi mai a rischio la vita. Questa esperienza inoltre, può essere sfruttata per guardare meglio dentro se stessi. Perché si è avuto a che fare con questo problema? Spesso si vive correndo sempre dietro a qualche nuovo obiettivo da raggiungere ed è come se il nostro corpo sfogasse sulla tiroide (che controlla un po’ tutto il corpo) questa energia eccessiva”,

spiega il professor De Maio. Insomma, prova a dedicare più tempo a te stessa. Vedrai che un’esperienza negativa pian piano si trasformerà in un’occasione per migliorare la tua vita.


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
Suggerisci una modifica