Allergie: 5 regole per stare meglio

Arianna Preciballe
  • Appassionato di Medicina e Salute

Permettono alle piante di riprodursi, ma allo stesso tempo e in misura sempre maggiore. Sono i pollini, che creano disturbi sempre maggiori nella salute dei soggetti allergici. Come ci si può, allora, difendere dalle allergie?

Schermata 2021-05-30 alle 23.15.09

Soprattutto in primavera e in estate, quando sono più leggeri e meglio trasportati nell’aria in cui si registra la massima concentrazione, i pollini possono essere davvero fastidioso per chi soffre di allergia. Solo la pioggia riesce a ridurne i livelli che, ricordiamo, sono sempre più elevati la sera rispetto al primo mattino.

Anche per i bambini queste sostanze possono creare grandi fastidi: vediamo allora, con gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, 5 regole che possono aiutare mamme e papà di bimbi allergici a superare il periodo critico, e altrettante del tutto inutili.

Allergia: cosa fare?

Schermata 2021-05-30 alle 23.17.26

1. Evitate gite in campagna nelle ore mattutine, soprattutto nei giorni di sole con vento e clima secco.
2. Scegliete come meta delle vacanze località di alta montagna o di mare. Ricordate che per altitudini medie (600-1000 metri) le stesse piante liberano i pollini circa un mese più tardi rispetto alla pianura.
3. Verificate la pulizia dei filtri di condizionamento dell’auto e della casa.
4. Non tagliate l’erba del prato in presenza del bambino, e non lasciate che sosti nelle vicinanze di altri spazi in cui sia stata tagliata l’erba.
5. Evitate il contatto con il fumo di tabacco, polveri e pelo di animali.

Ecco, invece, le 5 “azioni inutili”, per le quali va necessariamente sfatato qualsiasi giovamento:

1. Evitare i prati, i campi coltivati e i terreni incolti: i pollini si diffondono dovunque;
2. Chiudere le finestre e non far uscire il bambino da casa;
3. Cercare di andare ad abitare ai piani alti;
4. Mettere mascherine sul viso del bimbo per proteggere naso e bocca, o fargli utilizzare occhiali da sole o cappelli con visiera;
5. Fare lavaggi endonasali: le prove di efficacia sono tenui, il fastidio per il bambino è certo.