Orticaria: sintomi e cure

Paolo Cesarotti
  • Appassionato di Medicina e Salute

Non se ne parla mai ed è poco conosciuta. Eppure, sono circa 300 mila gli italiani che soffrono di una delle diverse forme di orticaria. Vediamo insieme i sintomi di questo disturbo e le possibili cure.

woman-is-scratching-red-blistered-upper-arm-due-foreign-body-intolerance-insect-bite (1)

L’orticaria può avere diverse forme fisica (da caldo/freddo), da “pressione” (che si manifesta con lesioni profonde dopo che la pelle è stata sottoposta a pressione intensa, per esempio dal peso di una borsa), dermografica (basta strofinare la pelle per indurre la comparsa di un pomfo lineare, rosso e pruriginoso, che riesce quasi a ‘scrivere’ sulla cute). Ci sono poi l’orticaria solare, l’angioedema da vibrazione, quella colinergica (da semplice contatto), l’orticaria ‘acquagenica’ (in cui i sintomi compaiono dopo essersi lavati o essere venuti a contatto con l’acqua).

Se nel 60% dei casi a farne maggiormente le spese sembrerebbero essere le donne, di qualunque età, il picco dei colpiti è tra gli adolescenti e i giovani adulti, stimati in circa 200 mila. Il rischio?

Serena Lembo, ricercatrice di dermatologia all’Università Federico II di Napoli avverte:

“I sintomi possono indurre imbarazzo e compromettere l’aspetto estetico, perciò riescono a essere fortemente invalidanti soprattutto in età adolescenziale. La fugacità delle manifestazioni, la cronicità ed il disagio provocato dal prurito rende i pazienti con orticaria fisica particolarmente ‘intrattabili’, insoddisfatti e spesso sfiduciati nei confronti del medico e delle sue indicazioni”.

Orticaria possibili rimedi

Young handsome physician in a medical robe with stethoscope

Il primo consiglio che arriva dai dermatologi riuniti per il congresso nazionale della Società Italiana di Dermatologia Allergologica Professionale e Ambientale (SIDAPA) è di curare immediatamente i vari sintomi, nonostante la maggioranza delle orticarie si risolvano da sole nel giro di pochi anni.

“Non mettere la testa sotto la sabbia se la pelle si gonfia e si arrossa solo appoggiandosi al termosifone o se compaiono pomfi semplicemente passando un’unghia sulla cute. È importante non esporsi a rischi inutili: l’orticaria da freddo, per esempio, può portare anche a shock anafilattico se ci si immerge in acqua a bassa temperatura al mare o in piscina”,

dichiara Cataldo Patruno, presidente del congresso. Per individuare il farmaco più adatto alla terapia, sono necessari test di provocazione specifici, utili anche per confermare i non rari casi di orticaria fisica mista in cui più forme, ad esempio orticaria dermografica e da freddo, possono essere presenti nello stesso individuo.