Obbligo vaccinale: le nuove norme in vigore da giugno

La gestione della pandemia è stata tanto in Italia quanto nel resto del mondo molto dibattuta. Tante le decisioni prese per poi cambiare direzione, ma ora sembra che finalmente tutto si stia placando, tanto che giugno sarà un mese decisivo. Ecco tutto quel che c’è da sapere sulle novità relative all’obbligo vaccinale e non solo.

Covid: il mese di giugno segna una svolta…

La discussa legge sull’obbligo vaccinale ha diviso in due l’Italia, tra chi si trovava in accordo con la scelta del Governo e chi invece ha rifiutato di accettare la legge, con proteste e mobilitazioni varie. Le cose stanno però per cambiare: il decreto di gennaio 2022 resterà in vigore fino al 15 giugno 2022, poi l’obbligo vaccinale decadrà quasi per tutti.

Il Governo sembra questa volta intenzionato a non apportare alcuna modifica repentina, sicuro di non prorogare l’obbligo vaccinale nemmeno per chi si trova nelle scuole o per le forze dell’ordine. Rimane invece in vigore fino al 31 dicembre l’obbligo vaccinale per il personale sanitario.

Come ci si dovrà comportare dal 15 giugno? Cosa cambierà in Italia?

15 giugno 2022: un primo “addio” alla pandemia

Obbligo vaccinale: il mese di giugno segna una svolta…

Già da oggi, mercoledì 1° giugno il Green pass non è più d’obbligo per entrare in Italia. L’ordinanza sel Ministero della Salute scade oggi sia per italiani che per stranieri intenti ad entrare nella penisola. Piano piano si sta tornando a una situazione di normalità, ma la vera svolta avverrà il 15 giugno 2022.

Per ora sembra che non ci saranno proroghe della misura che dovrebbe riportare gli italiani in un ambiente più simile al momento pre pandemico. Ciò che succede dal 15 giugno sarà appunto l’addio all’obbligo vaccinale per quasi tutte le categorie di lavoratori. Anche le mascherine  sui mezzi pubblici e in alcuni luoghi al chiuso dove sono  ancora obbligatorie, non saranno più necessarie. Ancora per pochi giorni dunque la famigerata Ffp2 è essenziale su tutti i mezzi di trasporto pubblici, per  spettacoli al chiuso (teatri, cinema e sale da concerto), per eventi e per le competizioni sportive.

Solo sui mezzi a lunga percorrenza, le mascherine potrebbero effettivamente rimanere obbligatorie. In tal caso, potrebbe esserci una modifica e una proroga solo per chi deve viaggiare per molto tempo su mezzo pubblici.

Le mascherine continueranno invece ad essere obbligatoriamente indossate nelle scuola anche dopo il 15 giugno e non solo. Per ora tutto l’anno scolastico, per qualsiasi contesto da lezioni ad esami, prevederà ancora l’uso da parte di tutti delle mascherine.