Naso chiuso: consigli e rimedi

Grazie all’aiuto del dottor Donato Virgilio, esperto in medicina generale, scopriamo tutti i benedici degli spray nasale. Questo rimedio può essere utilizzato sia in caso di raffreddore che di allergia; vediamo tutti gli utili consigli dell’esperto sugli spray nasali.

sick-woman-sitting-bed-blowing-nose-with-napkin

Il “naso chiuso” è la conseguenza di una dilatazione dei piccoli vasi che si trovano nella mucosa nasale, da cui deriva un edema (gonfiore) che riduce il passaggio dell’aria rendendo difficoltosa la respirazione. Le due cause più comuni sono il raffreddore e la rinite allergica.

Per alleviare la sensazione di naso chiuso, che cola, dà prurito e non permette di respirare soprattutto di notte, gli spray nasali decongestionanti sono un ottimo rimedio. Donato Virgilio, medico chirurgo, esperto in medicina generale, omeopatia e fitoterapia; spiega:

“Oltre ai farmaci a base di cortisone, da assumere solo dietro prescrizione medica, in commercio vi sono spray nasali che contengono vasocostrittori associati con altre sostanze naturali di tipo balsamico (mentolo o eucalipto, per esempio) oppure con antistaminici. Molto sfruttata è la propoli, ottima perché naturale e con elevate proprietà antifungine e antivirali. Utile per la salute, migliora le performance del sistema immunitario permettendogli di combattere efficacemente i virus”.

Le proprietà degli spray nasali

disease-4392141_1920

Le proprietà dei vari principi attivi dei componenti uno spray nasale sono sovrapponibili, agiscono in sinergia con conseguente aumento dell’efficacia. Cambia solo la durata d’azione.

Ovviamente, tale diversa durata condiziona la frequenza delle somministrazioni: dalle tre-quattro volte al giorno alle sole due volte per gli spray a maggiore durata d’azione. Il dottor Virgilio prosegue spiegando:

“I nebulizzatori (o spray senza propellenti) sono da preferire, perché espellendo il prodotto in piccolissime goccioline arrivano a coprire una superficie più ampia della mucosa nasale”.

In caso di allergia

beautiful-woman-blowing-nose-park

Per alleviare i sintomi dell’allergia, il primo posto spetta agli antistaminici, che bloccano gli effetti dell’istamina responsabile di gocciolamento nasale, congestione e starnuti. Al secondo posto gli spray nasali decongestionanti, che riducono sensibilmente tutti i sintomi.

I primi possono essere usati per periodi di tempo prolungati. I secondi, per più di sette giorni consecutivi, rischiano di irritare la mucosa nasale. L’esperto infine suggerisce:

“Per favorire l’idratazione della mucosa nasale e la corretta respirazione, a un soggetto allergico prescriverei un medicamento per bocca. E se proprio spray nasale dev’essere, è ancora più importante evitarne l’uso sconsiderato. Soprattutto scegliete semplici nebulizzatori contenenti soluzioni saline emollienti”.