Menopausa: i rimedi naturali per combatterla

La menopausa e tutti i disturbi che ne conseguono influenzano la vita di tutte le donne prima o poi. Proprio per questo motivo vediamo insieme alcuni rimedi naturali per alleviare tutti i disturbi della menopausa.

people-age-well-being-health-concept-attractive-stylish-mature-female-wearing-white-tank-top-showing-her-muscled-arms-clenching-fists-smiling-broadly-having-happy-energetic-look

Se tutte le donne fossero come le orientali, tra i 45 e i 55 anni soffrirebbero meno di vampate di calore e sudorazione improvvisa, risvegli notturni, eccessi di pianto, attacchi di cefalea, aumento di peso incontrollabile.

È noto infatti che le cinesi e le giapponesi, che tradizionalmente inseriscono nella loro dieta una grande quantità di soia, riso e orzo – nutrimenti ricchi di fitoestrogeni – rispetto alle donne d’occidente mostrano disturbi in menopausa di minore intensità e quantità. Siamo quindi destinate a soffrire per anni di sindrome climaterica o esiste una soluzione?

La terapia ormonale sostitutiva (basata su pillole con diverso contenuto di ormoni) è da qualche tempo guardata con sospetto dai medici per i suoi possibili effetti collaterali. Può essere una scelta ma non può essere indicata per tutte le donne perché occorre prima valutare i fattori di rischio individuali per alcune patologie come tumore e trombosi. La risposta giusta, allora, si può trovare nella medicina “dolce” e in uno stile di vita equilibrato, dove corretta alimentazione e movimento hanno un peso rilevante. Provare per credere.

Le cose da fare subito

sporty-athletic-retired-female-stylish-wear-stretching-hands-muscles-training-outdoors-doing-yoga-exercises-keeping-herself-good-shape-joyful-mature-woman-pensioner-outstretching-arms

La menopausa incide sull’umore, sull’aumento di peso (causato da un rallentamento del metabolismo con un aumento della massa grassa, localizzata soprattutto a livello di addome e vita), sulla fragilità ossea, sulla circolazione sanguigna, sull’elasticità cutanea. L’osservazione di alcune semplici regole di vita costituisce un importantissimo fattore di riduzione dei disagi pre e post menopausa. Ecco alcuni suggerimenti da seguire

  • Il problema del sovrappeso deve essere affrontato prima che diventi difficile da controllare: l’ideale è consumare non più di 1800/2000 calorie.
  • Segui un’alimentazione povera di grassi saturi d’origine animale povera di zuccheri a rapido assorbimento (contenuti nei dolci, nei prodotti da forno, nelle patate), povera di sale. Ricca, invece, di pesce e verdure poco conditi, frutta e verdura fresca, cereali integrali.
  • Per ridurre vampate e sudorazioni evita l’eccesso di caffè e tè cioccolato, cibi piccanti e alcolici.
  • Per contrastare l’osteoporosi aumenta l’apporto di calcio e di vitamina D, eventualmente ricorrendo a specifici integratori.
  • Non dimenticare la vitamina E e il magnesio. La prima è un antiossidante, il magnesio invece agisce positivamente su umore e dolenzie.
  • Aumenta l’apporto di “fitormoni”, sostanze presenti in alcuni vegetali che hanno un’azione simile a quella degli ormoni femminili. iI consiglio è di consumare 2/3 porzioni al giorno di soia, riso e radici (carote, finocchi).
  • Fai passeggiate, bicicletta, nuoto, ginnastica dolce: oltre a migliorare l’umore e il sonno, muoversi migliora la densità ossea, la circolazione e riduce il rischio cardiovascolare. 

Alcune terapie che puoi provare

Studio shot of charismatic positive middle aged female posing against yellow background touching cheek, looking at camera with broad cheerful smile, taking care of her wrinkled skin, applying cream
Molti sintomi del climaterio possono essere tenuti sotto controllo con rimedi naturali, efficaci e privi di effetti collaterali. Indicati a tutte
  • Fitoterapia

La natura offre un’ampia scelta di piante utili che si possono acquistare in erboristeria o in farmacia anche pre-dosate e in bustine. Qui di seguito vi suggeriamo una semplice tisana fai-da-te: mettete in infusione per 10 minuti 20 g. di salvia, 20 g. di achillea, 20 g. di malva, 20 g. di alchemilla, 10 g. di biancospino, 10 g. di borsa pastore. Bevetene due – tre tazze al giorno.

  • Omeopatia

La menopausa è uno stato fisiologico, non patologico, seppure costellato di disturbi. A questo proposito la medicina omeopatica interviene in maniera dolce ma decisa nel ristabilire l’armonia psicofisica

“Un’adeguata terapia omeopatica per il trattamento della sindrome climaterica deve essere calibrata sulla paziente anche se esistono tre rimedi che possono dare risultati su tutte le donne: il Sulfur, il Lachesis e la Sanguinaria, da assumere lontano dai pasti, – afferma la dottoressa Bonazzi – non bisogna dimenticare però di agire anche sull’aspetto psicologico della menopausa, che è un evento che ci segnala che stiamo invecchiando. Per imparare ad accettare questo momento si può seguire un percorso di crescita interiore che si può conseguire attraverso la meditazione o facendo ciò che piace e diverte, che spesso è un recupero possibile in questa fase della vita”.

  • Omotossicologia

L’omotossicologia è una valida alternativa alla terapia sostitutiva allopatica quando questa non è strettamente necessaria. Si tratta di una “corrente” dell’omeopatia: con i farmaci omotossicologici si stimola la residua funzionalità del tessuto ovarico che continua in misura modesta a secernere ormoni per molti anni dopo la menopausa. Queste funzioni residue sono estremamente importanti per il mantenimento dell’equilibrio globale dell’organismo che può così modificarsi con gradualità.

  • Agopuntura

La menopausa, secondo la medicina tradizionale cinese, coincide con la diminuzione dello Yin del rene, ossia della parte di quest’organo che regola la secrezione ormonale e la riproduzione. L’agopuntura, attraverso un preciso protocollo, tende a riequilibrare le disarmonie tra cuore e rene, e i deficit di Yin e Yang di rene e fegato, che danno origine ai sintomi di tipo psicologico (tachicardia, nervosismo, depressione, eccessi di pianto, irritabilità), a quelli somatici (vertigini, formicolio, cefalea, dispnea) e vasomotori (vampate, sudorazione notturna) del’inizio del climaterio. In genere sono sufficienti dieci trattamenti iniziali con cadenza settimanale e poi richiami periodici mensili per ottenere e mantenere dei buoni risultati.

  • Consuma tanta soia

È particolarmente ricca di benefici fitoestrogeni (ormoni vegetali sintetizzati dalle piante simili agli estrogeni umani) che hanno la capacità di regolare e riequilibrare le funzioni ormonali carenti in menopausa; è ricca di proteine, circa il 35% contro il 20% della carne, di acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6 utili nelle patologie cardiovascolari e nell’ipercolesterolemia. Contiene calcio, fosforo, potassio, magnesio indispensabili nella prevenzione dell’osteoporosi; vitamine e fibre che favoriscono la funzionalità intestinale. La soia si può acquistare sotto forma di germogli freschi e fagioli (gialli, rossi, verdi) e si presta a infinite trasformazioni e preparazioni come latte, yogurt, formaggio (tofu), salse, spaghetti, carne vegetale, pane, dolci, gelati.