Influenza: come prevenire e guarire con l’alimentazione

Con la consulenza della dott.ssa Tiziana Stallone, biologa nutrizionista e dottore di ricerca in anatomia; scopriamo quali cibi possono favorire una pronta guarigione, e quali invece possono aiutare a prevenire i fastidiosi malanni di stagione.

woman-couch-with-medication

Mal di gola, influenza, raffreddore e tosse, a volte associati persino a febbre, sono inconvenienti di stagione che spesso fanno perdere anche diverse giornate di lavoro.

In questi casi, il riposo è il primo aiuto per combattere i piccoli malanni, ma la ripresa vera e propria – è importante dirlo – è correlata soprattutto allo stato nutrizionale: bisogna evitare di indebolirsi ulteriormente, disidratandosi e perdendo massa muscolare.

Acqua, sali minerali, carboidrati e proteine sono, quindi, indispensabili per una buona guarigione. Ma come capita spesso, durante lo stato influenzale, specialmente se è presente anche febbre, si perde l’interesse verso il cibo.

Subire questa inappetenza può però risultare negativo; in questa condizione si ha una spesa metabolica aggiuntiva da parte dell’organismo e se non ti nutri in maniera adeguata, una volta superata la fase acuta della malattia febbrile, potresti ritrovarti con un organismo debilitato che si ristabilisce con difficoltà.

Il primo consiglio, quindi, è quello di riprendere a mangiare in piccole quantità appena è possibile con pasti leggeri, ma frequenti, accompagnati da speciali bevande da assumere durante tutto il giorno.

Come prevenire l’influenza

ketogenic-low-carbs-diet-food-selection-white-wall

Per debellare l’influenza bisogna prima di tutto fare prevenzione. Assicura quotidianamente nella tua dieta l’introduzione di alimenti che aiutano il sistema immunitario a mantenere le sue funzioni fisiologiche: via libera a carni bianche e pesci magri, legumi e verdure con aggiunta di limone, per garantire un adeguato introito di ferro.

Anche l’acido folico aumenta la risposta immunitaria: sì a bieta, spinaci e altre verdure a foglia larga. Il Beta-carotene e la vitamina A sono, invece, elementi utili per combattere le infezioni e neutralizzare i radicali liberi; fai uso di prodotti caseari, carote e pesce.

Recentemente si è scoperto anche il ruolo della vitamina D nella prevenzione di raffreddore e influenza. Largo, allora, a prodotti caseari, alici e, appena possibile, all’esposizione al sole.