Giorgia Soleri parla di fibromalgia: cos’è e cosa comporta

Nelle ultime ore si sta parlando molto di fibromalgia e il motivo è che a condividerne la diagnosi è stata Giorgia Soleri, nota attivista e scrittrice. Una patologia “invisibile” e difficile da riconoscere, della quale si parla ancora troppo poco rendendo ancor più difficile per chi ne soffre conviverci e curarsi.

Giorgia Soleri parla di fibromalgia: cos’è e cosa comporta

Con un post pubblicato due giorni fa su Instagram Giorgia Soleri, la quale si è esposta più volte per dar voce a malattie ancora nemmeno considerate come tali, ha condiviso con i propri follower la quinta diagnosi ricevuta: fibromalgia.

L’attivista e scrittrice ha postato un’immagine di un tatuaggio che recita: “Together we are stronger“, tatuaggio fatto poco prima che la Soleri ricevesse la diagnosi che le ha generato un “Misto di terrore e rabbia” ma che al contempo l’ha fatta sentire più al sicuro. Giorgia Soleri ha infatti sottolineato quanto la condivisione le sia stata d’aiuto e l’esempio lampante è la battaglia recentemente combattuta dall’attivista, che ha dato voce a tante donne e ha sensibilizzato le masse sulla  vulvodinia.

Fibromalgia: una patologia “invisibile” e difficile da diagnosticare

Giorgia Soleri parla di fibromalgia: cos’è e cosa comporta

È stata ancora una volta Giorgia Soleri a dar voce a una malattia che colpisce perlopiù le donne in età adulta e che seppur “invisibile” causa grandi disagi. Un ennesimo caso di patologia difficilmente riconoscibile, spesso confusa per altri disturbi e della quale si parla ancora molto poco, nonostante sia molto diffusa.

Non è ancora stata trovata una reale cura per la fibromalgia ma avere una diagnosi corretta è essenziale per intraprendere terapie farmacologiche volte a diminuirne i disturbi. Oltre a farmaci mirati, importante è assicurarsi di lavorare sulla riduzione dello stress, perché la fibromalgia sembra possa comparire perlopiù a seguito di traumi fisici, un’infezione o uno stress psicologico.

Chi soffre di fibromialgia spesso convive con un dolore sordo e costante. Dolore che diventa sempre più intenso quando viene esercitata una pressione significativa su specifici punti del corpo chiamati punti sensibili o tender points.

La fibromlagia è dunque una malattia multifattoriale che oltre a dolori muscolari costanti e diffusi causa stanchezza e affaticamento cronici. Da ciò sopraggiungono anche disturbi del sonno come l’insonnia. Inoltre, campanelli di allarme per riconoscere la patologia sono spesso la cefalea e spasmi intestinali o vescicali.