Endometriosi, importanti novità: nasce la prima commissione regionale

Francesca Naima
  • Appassionato di Medicina e Salute

Ultimamente, e “purtroppo” solo ultimamente, si sente parlare sempre più di alcuni problemi invalidanti, dolori cronici, malattie, che interessano l’universo femminile. Superare lo stigma sociale non è facile, ma per fortuna vengono fatti dei passi avanti.

Endometriosi, importanti novità: nasce la prima commissione regionale

L’endometriosi è un’anomalia delle cellule endometriali cioè le cellule normalmente presenti nella cavità uterina. L’endometriosi è ancora molto difficile da diagnosticare e dunque anche la terapia poi da applicare non è mai ben definita; in quanto infiammazione cronica benigna degli organi genitali femminili e del peritoneo pelvico, l’endometriosi causa diverse difficoltà che variano a seconda di determinate caratteristiche di chi ne soffre.

Il tessuto endometriale delle donne affette da endometriosi va a posizionarsi in sedi diverse da quella che fisiologicamente dovrebbe essere la posizione naturale.

L’endometriosi è una patologia tanto diffusa quanto ancora poco conosciuta, e secondo i dati raccolti circa il 10/20% delle donne in età fertile deve conviverci.

In Italia sono circa tre milioni le donne con endometriosi eppure la diagnosi corretta è molto rara, tanto che nel 40% dei casi viene riconosciuta in maniera accidentale, durante visite effettuate per altre ragioni. Ecco perché è molto importante dare importanza anche a livello sociale e legislativo a patologie ancora troppo sconosciute e che rappresentano, troppo spesso, dei tabù.

I passi avanti della regione Sardegna

Endometriosi, importanti novità: nasce la prima commissione regionale

È appena nata in Sardegna la prima Commissione regionale sull’endometriosi. L’assessore Nieddu a tal proposito ha commentato:

A quasi otto anni dall’approvazione della legge regionale che ha previsto l’istituzione della Commissione sull’endometriosi abbiamo dato finalmente un segnale importante e concreto alle tante donne che soffrono a causa di una malattia insidiosa sul piano sanitario e sociale.

La Commissione appena istituita dovrà “Predisporre le linee guida per il percorso diagnostico terapeutico multidisciplinare e per il controllo periodico delle donne affette da endometriosi, elaborare programmi per la formazione e l’aggiornamento dei medici e per l’informazione delle pazienti e individuare azioni per la prevenzione delle complicanze della malattia, in particolare nei luoghi di lavoro”, si legge sul sito della regione Sardegna che proprio oggi ha diffuso la lieta notizia.

I componenti della Commissione sull’endometriosi sono in tutto dieci, tra il direttore generale dell’assessorato della Sanità, ginecologi, medici, professori universitari e rappresentanti di associazioni.