Emicrania: i cibi che possono aiutarci

Con la consulenza della dottoressa Susanna Usai, neurologa dell’Unità Operativa III Neurologia-Cefalee Fondazione Istituto Neurologico C. Besta, oggi scopriamo quali alimenti possono aiutarci ad alleviare il mal di testa! 

Schermata 2021-06-06 alle 23.57.15

Cioccolato, caffè, alcol, formaggi stagionati, insaccati, frutta secca, cibi ricchi di glutammato (un esaltatore di sapori), presente in dadi, surgelati e nella cucina cinese.

Fino a qualche anno fa, era questa la lista degli ingredienti sotto accusa, colpevole di favorire il mal di testa in soggetti predisposti. Oggi, la letteratura scientifica è unanime nell’affermare che possono esserci anche altri alimenti incriminati, in grado di scatenare l’episodio doloroso.

La buona notizia è che, in genere, la persona emicranica sa riconoscere da sé la propria black list.

“Per cercare di limitare i danni e per prevenire la comparsa del disturbo, l’importante è osservare delle corrette abitudini alimentari, cercando di non saltare i pasti – ma nemmeno di abbuffarsi -, di fare degli spuntini al mattino e al pomeriggio e di non esagerare con gli alcolici”.


Leggi anche: Cibi: quali alimenti possono essere congelati?

spiega la dottoressa Susanna Usai.

Emicrania: problemi anche tra i più giovani 

Schermata 2021-06-07 alle 00.01.19

Recenti studi che hanno coinvolto un campione di adolescenti hanno proprio dimostrato come una dieta irregolare possa predisporre o peggiorare questa affezione.

“Spesso, i più giovani hanno l’abitudine di saltare la colazione, iniziando la giornata in riserva, di bere bevande gassate o energizzanti che contengono un quantitativo di caffeina tale che se sommato nell’arco della giornata può provocare il malessere”.

E ancora, una ricerca americana ha rilevato come addirittura consumare il chewing-gum quotidianamente possa incrementare la frequenza degli episodi di mal di testa, fino a una cronicizzazione. La causa? La posizione della muscolatura della bocca, che viene mantenuta sempre in tensione.

Cibo: come può aiutarci contro il mal di testa

Schermata 2021-06-07 alle 00.01.59

Nel piatto, non possono mancare quegli ingredienti in grado di alleviare il dolore, tra questi, il magnesio – contenuto in mandorle, banane, frutta secca -, che attenua la crisi sia in fase acuta sia a lungo termine, impiegato anche in gravidanza, quando non è possibile assumere farmaci. La vitamina B2 che si trova nel fegato, oppure il coenzima Q10, negli spinaci.

“È bene sottolineare che anche la caffeina a dosaggi minimi e moderati può essere d’aiuto. Un vecchio rimedio casalingo è bere una tazzina di caffè con qualche goccia di limone”.

Sfatiamo anche un falso mito: le tisane e il brodo caldo non fanno passare l’emicrania, ma la sensazione di rilassamento può migliorare questa condizione, mitigando la nausea, un effetto collaterale di accompagnamento”.


Potrebbe interessarti: Emicrania infantile: come riconoscerla e curarla


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
Suggerisci una modifica