Depressione: sintomi diversi tra uomo e donna

Vito Girelli
  • Appassionato di Medicina e Salute

La depressione è una malattia che, da qualche anno a questa parte, è meno demonizzata e molto più studiata e curata. Gli uomini e le donne però sono diversi anche nel modo di essere depressi, ecco alcuni semplici esempi che distinguono la depressione maschile da quella femminile.

Depression

Le donne sono tre volte più stressate e malinconiche degli uomini, ma gestiscono meglio l’umor nero, questo è quanto risulta da uno studio dell’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap).

Le cause sembrano essere un insieme di fattori ormonali, biologici, psicologici e sociali. Inoltre non è sempre noto nemmeno ai medici che la depressione colpisce i due sessi in modo diverso: differenti i sintomi e anche la risposta alle cure.

La depressione maschile determina difficoltà a concentrarsi, a ragionare lucidamente, mancata ammissione della necessità di un aiuto e di cure. Quella femminile invece colpisce l’affettività, le emozioni che tendono a essere più scialbe, meno vitali.

Ma vediamo più nel dettaglio la sintomatologia e le cure, differenziate per genere.

Depressione maschile: sintomi

Male, Depression

Da qualche tempo le sue emozioni sono ibernate? È indeciso, silenzioso, non si sbilancia, rimugina le cose che gli vengono dette, minimizza ogni caratteristica positiva, ogni evento favorevole? Attenta: forse il tuo partner è in fase depressivi. Atri sintomi possono essere: il suo humor è un po’ noir, spesso potrebbe fare battute ciniche su malattie o disastri ecologici,

In caso di depressione, i suoi pensieri scorrono su binari rigidi e convenzionali, secondo schemi prefissati dai quali ha difficoltà a staccarsi. Ha percezioni alterate della realtà, nei suoi pensieri predominano i rimproveri: non sono bravo sul lavoro; non ho una vita normale.

Depressione femminile: sintomi

Depression

Le donne hanno un modo più “melodrammatico” di mostrare i sintomi della depressione. In casi molto gravi si può arrivare addirittura a deliri di sensi di colpa e idee autoadesive.

I sintomi più comuni però riguardano la gestione delle emozioni e del controllo della parte più “debole”: frequenti pianti senza apparente motivo, senso di inadeguatezza e preoccupazioni eccessive.

Soprattutto nel momento della gravidanza, se non si interviene al comparire dei primi sintomi, si può incorrere molto più facilmente in una depressione post-partum.