Come difendere la pelle in inverno: prevenzione dal freddo, dal vento e dalla neve

-
12/01/2021

Durante l’inverno a causa di freddo e vento la pelle del viso viene messa a dura prova. Secchezza e couperose sono due delle alterazioni della pelle in cui possiamo incorrere. Un modo per cercare di contrastare queste problematiche è quello di seguire una dieta ricca in vitamina C

woman-3083401_1920


L’inverno è la stagione dell’anno in cui la pelle del viso rischia maggiormente di sciuparsi. Freddo, pioggia, neve, elevato inquinamento, sono acerrimi nemici dell’epidermide poiché la sottopongono ad una serie di stress difficili da tenere a bada.

Si va da una maggiore secchezza, dovuta ad un’evaporazione più intensa dell’acqua, ai deficit nutritivi, causati dal rallentamento della microcircolazione, alla couperose, creata dal passaggio da ambienti freddi ad ambienti riscaldati che produce nei vasi sanguigni effetti continui di vasodilatazione e di vasocostrizione.

Il risultato è l’invecchiamento precoce, si rendono necessarie, allora, cure più costanti e attenzioni maggiori verso  quei gesti che quotidianamente si compiono per la detersione e l’idratazione della pelle.

Con la collaborazione del Professor Antonino Di Pietro, specialista in Dermatologia e Presidente fondatore dell’ISPLAD, abbiamo preso in esame le problematiche più comuni causate dalla stagione fredda.

Pelle in inverno: rischi e sintomi

woman-1123645_1920

L’impatto con l’inverno è traumatico per la pelle del viso, soprattutto se non adeguatamente difesa.

I frequenti sbalzi di temperatura e le ore trascorse al chiuso in ambienti poco aerati e male umidificati, possono tradursi in svariati inestetismi come arrossamenti e screpolature, rottura di capillari e conseguente comparsa di couperose, grigiore, opacità e perdita di lucentezza.

La conseguenza immediata è un volto dall’aspetto poco sano e meno giovane. Si rendono necessari dunque gli accorgimenti che reintegrano quella miscela, presente naturalmente sull’epidermide, composta di acido lattico, zuccheri, lipidi e aminoacidi.

Difendere la pelle dal freddo: alimentazione

citrus-fruits-1851077_1920

Il primo elemento da tener presente per la difesa della pelle è l’alimentazione. La dieta quotidiana deve essere ricca di frutta e verdura che contengono sostanze in grado di migliorare l’elasticità dei tessuti, contrastando le conseguenze del freddo.

Tra gli alimenti più utili per la pelle c’è il kiwi, ricchissimo di vitamina C, di grande importanza per la produzione di collagene, una proteina strutturale che rende la cute levigata ed elastica.

Altri frutti importanti per l’epidermide sono le arance, per il loro notevole contenuto di vitamina C, e i frutti di bosco (mirtilli, ribes nero, lamponi) che, grazie alla grande presenza di flavonoidi e antocianosidi, combattono le alterazioni del microcircolo, principale causa di secchezza cutanea e couperose.

Fra le verdure amiche della pelle ci sono invece peperoni verdi, zucche, cavoli e pomodori.


Caterina Mora
Laureata in Biologia della nutrizione
Beauty consultant
Wellness consultant
Suggerisci una modifica