Come contrastare la follicolite

Anna Vitale
  • Appassionato di Medicina e Salute

La follicolite è una fastidiosa infiammazione, che comporta la comparsa di numerosi punti rossi pruriginosi sul corpo. Le cause della follicolite possono essere molteplici, dalla scarsa igiene ad una predisposizione. Di seguito scopriamo come poterla contrastare efficacemente.

Skin problem concept. Displeased Afro female scratches itchy arm, has allergy, smirks face and looks with dissatisfaction, wears casual pink t shirt and jean overalls, stands against purple wall

Ti è mai capitato, dopo aver indossato jeans troppo stretti o aver fatto una ceretta, di veder comparire sulla pelle tanti puntini rossi o pustoline accompagnate da prurito e, talvolta, dolore?

Il termine tecnico del disturbo è follicolite, un’infiammazione dei follicoli piliferi che può presentarsi in qualsiasi zona del corpo, ma più frequentemente sul collo, sulle cosce, sulle natiche e in regione inguinale.

A provocarla molto spesso è un batterio, lo Staphilococcus Aureus, ma può essere implicato anche lo Streptococco e lo Pseudomonas Aeruginosa. Sono molto frequenti anche le pseudofollicoliti, caratterizzate da un’infiammazione dovuta all’incarnimento del pelo, spesso, senza la presenza di batteri. Ma vediamo chi è più a rischio, come evitarla, e quali sono i rimedi.

Fattori predisponenti possono essere la scarsa igiene, per esempio il riutilizzo della lametta per la depilazione, o la cattiva abitudine di stuzzicare i peletti con le pinzette. Ci sono soggetti più a rischio: le persone che soffrono di diabete o che presentano carenze al sistema immunitario. Anche chi frequenta saune e piscine e ha un’eccessiva sudorazione può essere predisposto a questo disturbo.

Come contrastare la follicolite 

cream-4713579_1920

Se segui semplici norme igieniche minimizzi le possibilità di infezione del bulbo pilifero. Disinfetta accuratamente la pelle prima e dopo la depilazione e usa sempre una spugna leggermente abrasiva (come un guanto di crine), o meglio ancora uno scrub, per rimuovere lo strato più esterno della pelle ed evitare la crescita di peli incarniti.
Non applicare dopo la depilazione prodotti a base di oli, in particolare nella stagione estiva, per non occludere i follicoli.

Poiché la maggior parte delle follicoliti è causata dal batterio Staphylococcus si può applicare una lozione o gel a base antibiotica. Se la manifestazione è lieve si suggerisce di trattare la zona infetta con detergenti antisettici (ad esempio a base di clorexidina).

Sì anche alle applicazioni di impacchi di acqua borica al 3% nella zona interessata. Altre raccomandazioni: lavare gli asciugamani, le lenzuola e tutta la biancheria che si utilizza in comune con altri, e indossare preferibilmente abiti larghi. Se l’infezione si diffonde e perdura dopo 2-3 giorni è bene rivolgersi al medico, che provvederà a prescrivere pomate, lozioni ed eventuali trattamenti antibiotici per via orale.