Come contrastare l’astenia primaverile e ritrovare l’energia

-
05/02/2021

Se in primavera vi sentite spossati, svogliati, insomma se fate fatica “a carburare”, non preoccupatevi, è il tributo che si paga ogni anno all’arrivo di questa stagione. A lamentarsi di questo malessere sono soprattutto gli ultraquarantenni e in particolare il gentil sesso.

magnolia-2218788_1920


Alla sua origine uno stato di stress psicofisico che va sotto il nome di astenia primaverile proprio perché compare nei mesi primaverili e può protrarsi con sintomi più accentuati all’inizio e via via meno fastidiosi. Il dottor Pasquale Giordano, medico di base di Milano spiega:

“I cambiamenti della temperatura e della lunghezza del giorno stimolano l’apparato endocrino ad aumentare la produzione di ormoni e neurotrasmettitori, che a loro volta sollecitano una maggiore attività metabolica di tutti gli organi”.

Giordano ha poi continuato dicendo:

“L’organismo si ritrova così nella condizione di dover essere più attivo e di dover aumentare le sue prestazioni, ma dopo il lungo periodo invernale che l’ha messo a dura prova, il più delle volte non ha, sia a livello fisico sia psichico, l‘energia sufficiente per adeguarsi a questi cambiamenti, e reagisce segnalando il suo disagio con una apparentemente ingiustificata”.


Leggi anche: Dieta tonica: come perdere chili con più energia

Una spinta dagli integratori

medical-1572978_1920

Come avere l’energia necessaria per affrontare al meglio questo periodo dell’anno? Innanzitutto aiuta assumere per un mese circa a partire da marzo, un integratore di vitamine e minerali.

Come spiega il dottor Giordano: “Questi nutrienti svolgono un ruolo essenziale ed insostituibile per un perfetto funzionamento del metabolismo e per avere un sistema immunitario efficiente”. Inoltre Giordano conclude spiegando:

 “Sono particolarmente indicati i prodotti multivitaminici, con associati dei minerali, in quanto permettono di coprire tutte le necessità dell’organismo senza il rischio di sovradosaggio. Sono ideali quelli che contengono le vitamine del gruppo B, che agiscono sul metabolismo energetico, le vitamine C ed E, che essendo antiossidanti hanno un ruolo protettivo nei confronti dell’invecchiamento cellulare e i minerali magnesio, calcio e zinco. Per la scelta del prodotto da assumere è necessario rivolgersi al proprio medico nel caso si stia seguendo una terapia per qualche patologia.”


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica