Come combattere la stanchezza? Fai il pieno di vitamine

Vi sentite stanchi e intorpiditi? Piuttosto che alzarvi dal letto la mattina preferireste rimanere sotto le coperte al caldo? In inverno è del tutto normale. Per ritrovare la giusta carica dovreste fare il pieno di vitamine, sia attraverso una corretta alimentazione che, in caso di necessità, utilizzando integratori

vegetables-1212845_1920

Le giornate iniziano ad allungarsi, ma continua ad essere freddo e alzarsi dal letto nelle mattinate invernali è piuttosto faticoso perché il clima induce a preferire il tepore del sonno.

È normale che sia così. Mai come in questa stagione diventa importante, quindi, prestare attenzione all’alimentazione e a una giusta integrazione di prodotti e supplementi, a base di vitamine e sali minerali, assunti per gocce, fiale o capsule.

Sì, perché uno dei modi migliori per ritrovare l’energia necessaria per studiare e lavorare, nonché rinforzare l’organismo in vista dei virus influenzali in agguato, è introdurre una quantità adeguata di nutrienti e micronutrienti.


Leggi anche: Cambio di stagione: 5 regole per combattere la stanchezza

Frutta e verdura sono l’ideale, ma non sempre una dieta salutare è compatibile con la vita frenetica di tutti i giorni. Per questo, a volte, bisogna ricorrere a degli integratori che sempre di più vanno ad affollare gli scaffali di farmacie ed erboristerie.

Ma i nutrizionisti avvertono: l’assunzione non controllata di grandi quantità di prodotti, in alcuni casi, potrebbe creare problemi o essere negativa per la salute. Sempre meglio farsi consigliare dal proprio medico curante.

Propoli per prevenire i malanni

honeycomb-2113867_1920

È un antimicrobico naturale e, in alcuni casi, può potenziare l’effetto degli antibiotici di sintesi. È consigliata per le sue proprietà antibatteriche, immunostimolanti e antiinfiammatorie.

Difficile riuscire a indicare un dosaggio sempre valido, perché l’efficacia dipende dall’equilibrio dei costituenti. Sappi, però, che le sue proprietà si trovano anche nella frutta e nella verdura.

Vitamina C contro il raffreddore

oranges-5010270_1920

Rinforza l’organismo contro i malanni di stagione, a patto di assumerla prima di ammalarsi e nelle dosi giuste. Basta, infatti, un grammo al giorno per tutta la stagione autunnale per premunirsi da raffreddore e influenza.

Il dato arriva da una comparazione tra 5 ricerche, effettuata dalla “Cochrane Collaboration”, che mette in guardia sull’efficacia della vitamina C come preventivo e non curativo.

La prevenzione offerta dell’acido ascorbico (il nome della vitamina C) diventa tanto più efficace quanto viene assunta con regolarità: abbassa del 50% la probabilità di raffreddarsi.


Potrebbe interessarti: Sindrome da stanchezza cronica: Internet come rimedio?

Attenzione però: gli esperti avvisano che è completamente inutile aumentare la dose quando si è già influenzati.

Vitamina B anti stanchezza

vitamin-b-4308676_1920

Non c’è una sola vitamina B, ne esistono diverse. Tutte insieme concorrono al buon funzionamento del sistema nervoso e alla riduzione degli effetti causati dallo stress, tra cui la stanchezza e il nervosismo.

Le vitamine del gruppo B concorrono alla sintesi dei neurotrasmettitori, sostanze che consentono la trasmissione degli impulsi nervosi.

Ci riferiamo alla vitamina B1, la B2, la B3 o vitamina PP, la B5, la B6, la B9, la B8 o vitamina H , e la B12. Nel loro insieme sono utili anche per contrastare ansia e insonnia.

Vitamina D perché la luce scarseggia

tree-276014_1920

Nella bella stagione, la pelle utilizza l’energia che proviene dalla luce del sole per produrre vitamina D, utile a fissare il calcio nelle ossa.

Ma in autunno e in inverno, l’esposizione al sole si riduce notevolmente, quindi la quantità di energia solare immagazzinata non è sufficiente per produrre la vitamina D.

Certo, la vitamina D è contenuta nel latte, ma per assumere la quantità sufficiente, bisognerebbe berne almeno mezzo litro al giorno! Senza contare il fatto che essa non è contenuta in altre risorse di calcio come i formaggi o lo yogurt.

La risposta a tale carenza? Un integratore quotidiano minerale che contenga il 100% del fabbisogno giornaliero. Un toccasana anche per prevenire l’osteoporosi!

Vitamina E per rinforzare le difese

walnuts-2312506_1920

Stagione invernale è sinonimo di meno luce, temperature basse e aumento dell’umidità: tutto ciò comporta un calo energetico dell’organismo, che lo induce a subire l’attacco di virus, tossine e batteri dell’ambiente esterno.

Un valido aiuto viene dall’integrazione di vitamina E, uno degli antiossidanti più potenti, che rallenta l’invecchiamento delle cellule, proteggendo le loro membrane e quindi evitando che vengano aggredite dai radicali liberi (le sostanze dannose che si formano nei normali processi metabolici cellulari).

La vitamina E è essenziale alla produzione di energia e più di uno studio ha evidenziato che aumenta la potenza muscolare, la forza fisica e la resistenza alla fatica.

Altri studi hanno dimostrato, invece, la sua azione sui tessuti cerebrali, con miglioramento della lucidità mentale, della concentrazione e anche della memoria. Inoltre la vitamina E è un potente anti-arteriosclerotico.

Pappa reale per maggiore energia

honey-products-3413357_1920

È utile per bambini e adulti che hanno poco appetito perché sono convalescenti o perché stanno attraversando un periodo stressante: la pappa reale può arrivare a coprire le carenze di un’alimentazione inadeguata.

Contiene vitamine del gruppo B, sali minerali e vitamine C, A e D, e sembra capace di rafforzare le difese immunitarie se assunta per tempo in vista dell’inverno e di aumentare la resistenza agli sforzi. Ne bastano 50 o al massimo 100 mg al giorno.