Come abbassare i trigliceridi in modo naturale

Con delle semplici analisi del sangue possiamo facilmente rilevare il nostro livello di trigliceridi nel sangue. Qualora risultassero dalle analisi valori troppo elevati è fondamentale intervenire immediatamente per abbassarli quanto prima per evitare complicazioni.

Come abbassare i trigliceridi in modo naturale

Il livello dei trigliceridi nel sangue deve essere sempre tenuto sotto controllo. La soglia massima è rappresentata da un valore di 200, mentre valori alti sono un fattore di rischio per varie malattie cardiovascolari (come l’ictus e l’infarto), patologie del fegato e dei reni.

I trigliceridi sono grassi di provenienza alimentare, quindi introdotti nel nostro organismo attraverso l’alimentazione, in particolare con grassi saturi, mentre i grassi monoinsaturi e polinsaturi producono un effetto positivo, abbassando i livelli di trigliceridi nel sangue.

Appare dunque chiaro che una vita sedentaria unita ad un’alimentazione scorretta provocano un pericoloso aumento dei livelli di trigliceridi nel sangue. Vediamo insieme cosa mangiare e cosa evitare per abbassare i trigliceridi in maniera naturale.

Come abbassare i livelli di trigliceridi nel sangue: le buone abitudini

Come abbassare i trigliceridi in modo naturale

Il primo passo per abbassare i trigliceridi nel sangue è ridurre la quantità di calorie assunte su base giornaliera e quindi mantenere un peso nella norma, senza diete drastiche ma solo facendo qualche attenzione in più.

Inoltre anche il consumo eccessivo di zuccheri comporta un aumento dei livelli di trigliceridi nel sangue, e spesso questo zucchero è nascosto anche in bibite, succhi di frutta, prodotti da forno, e le quantità in eccesso di cui il nostro organismo non ha bisogno possono essere trasformate in trigliceridi.

Gli zuccheri vanno sostituiti con alimenti ricchi di fibre come frutta e verdura, fondamentali al corretto funzionamento intestinale. Inoltre anche l’attività fisica deve essere costante (almeno 30 minuti al giorno tutti i giorni!)

Dato che i trigliceridi sono grassi saturi è possibile contrastarli con i grassi insaturi (monoinsaturi e polinsaturi) che possono ridurre i livelli di trigliceridi nel sangue, specialmente quando sostituiscono i carboidrati nella dieta. I grassi monoinsaturi si trovano in alimenti come olio d’oliva, noci e avocado mentre i grassi polinsaturi sono presenti negli oli vegetali e nei pesci grassi, oltre a noci e semi come semi di lino e semi di chia.