Candidosi: cause e rimedi

La Candida albicans è un fungo microscopico che vive sulle mucose del tratto gastrointestinale, della vagina e del cavo orale, senza causare il benché minimo disturbo; in particolari condizioni, però, può moltiplicarsi in modo eccessivo e determinare la cosiddetta candidosi.

3D illustration of fungi Candida albicans which cause candidiasi

La Candida albicans è un fungo appartenente al genere Candida, maggiore responsabile dell’infezione micotica candidosi. Questa infezione è molto diffusa, infatti anche nelle persone sane questo fungo fa parte della flora microbica dell’organismo. In alcuni casi, come ad esempio quando si hanno delle difese immunitarie basse, si può manifestare l’infezione. Le sedi cutanee interessate da Candida albicans possono anche essere gli spazi interdigitali di mani e piedi, gli angoli della bocca, le pieghe cutanee e il tessuto periungueale.

Candidosi: cause e rimedi

Vediamo insieme quali sono i principali fattori che causano la candidosi. I fattori che favoriscono la proliferazione di questo microrganismo sono:

calo delle difese immunitarie (debilitazione, immunosoppressori, radio e chemioterapia);

terapie cortisoniche o antibiotiche;

– impiego di contraccettivi, estrogeni o corticosteroidi;

condizioni predisponenti (diabete mellito, gravidanza);

– uso di biancheria intima troppo aderente o in materiale sintetico;

cattive condizioni intestinali (disbiosi);

carenze nutrizionali, eccesso di dolci e carboidrati raffinati, diete ricche in proteine animali, intolleranze alimentari.

La candidosi interessa principalmente l’apparato genitale e colpisce circa il 75% delle donne. Le recidive sono molto frequenti e si verificano in circa il 45% dei casi. Nella regione genitale femminile, la candidosi provoca depositi biancastri, infiammazioni, arrossamenti e bruciori. Nel maschio si manifesta con prurito al glande.

Candidosi: rimedi e prevenzione

gynecologist-5224339_1920

Come tutte le infezioni micotiche, le infezioni da Candida albicans possono essere trattate con medicinali specifici. I principi attivi più impiegati sono il clotrimazolo, il miconazolo e il fenticonazolo. Ovviamente lo sviluppo di questa infezione può essere prevenuto attraverso una corretta alimentazione, a base di molta frutta e verdura, e un’igiene intima accurata.