Cancro: come prevenirlo

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa

3,3 milioni di morti di cancro nel mondo sono correlate a rischi legati al comportamento e al metabolismo: è questo il dato statistico diffuso dall’Institute for Health Metrics and Evaluation, il Centro indipendente di ricerca globale sulla salute dell’Università di Washington. Cosa significa? Dati alla mano, oltre il 40% delle morti per cancro potrebbero essere facilmente prevenibili modificando gli stili di vita.

CANCRO

Primo tra tutti il fumo, il nemico numero 1 per mortalità, con 1,5 milioni di decessi l’anno. Come ribadiscono spesso gli esperti, “il cancro al polmone sarebbe una malattia quasi inesistente se nessuno fumasse”.

A seguire l’obesità: fattore di rischio per molti tipi di tumori, specie in caso di aumento della circonferenza addominale. Secondo i risultati dello studio Epic (il più vasto studio prospettico europeo nato per verificare la correlazione nella popolazione adulta tra cancro e alimentazione), il grasso sul girovita è responsabile del 30% in più della probabilità di ammalarsi di un qualsiasi tumore rispetto a chi ha una linea invidiabile.

La lista prosegue con una serie di rischi “alimentari” che, aggiunti alla scarsa attività fisica, sarebbero responsabili di quasi 2 milioni di morti l’anno per cancro.

Cancro: incrementare la prevenzione

CANCRO

Se non basta questa cifra a darci una scossa, bisognerebbe quanto meno riflettere sulla necessità di intervenire sullo stile di vita. Non si tratta di cambiarlo del tutto, cosa per nulla semplice, ma di correggerne alcune abitudini, migliorandole.

È questa la chiave per abbracciare quell’unico consiglio ritenuto, da ogni medico, valido quanto la migliore medicina: prevenire invece di curare. Il “come”, per chi ancora non lo avesse ben chiaro, è stato raggruppato in un decalogo messo a punto dal Fondo mondiale per la ricerca sul cancro (World Cancer Research Fund) che con un’opera ciclopica di revisione dei vari studi scientifici pubblicati negli anni sul rapporto tra alimentazione e tumori (studio a cui hanno collaborato oltre 150 ricercatori, epidemiologi e biologi di tutto il mondo), ha dato vita a una lista di 10 regole, costantemente aggiornate, confermando l’importanza del rapporto tra alimentazione e tumori.