Cancro al seno: Olivia Newton-John addio dopo una lunga battaglia

Francesca Naima
  • Appassionato di Medicina e Salute

L’8 agosto 2022, all’età di 73 anni si è spenta Olivia Newton-John, cantante e attrice di fama internazionale. Da ben 29 anni conviveva con il tumore al seno. Era stata la “Sandy” dell’iconico musical Grease.

Cancro al seno: Olivia Newton-John addio dopo una lunga battaglia

Si sente spesso parlare di tumore al seno visto quanto esso sia la forma di cancro più diffusa e diagnosticata tra le donne. Ed è proprio il cancro al seno, malattia molto grave specialmente se non individuata e curata per tempo e ancor più se poi sopraggiungono complicazioni, ad avere causato la morte di un’amatissima e poliedrica artista, Oliva Newton-John:

Ho vissuto più a lungo di quanto molte persone si aspettassero e voglio mostrare al mondo che il cancro non è una condanna a morte. Sto bene, sono forte. Penso che sia molto importante mantenere un messaggio positivo.

Aveva detto l’attrice, nota in tutto il mondo e amatissima anche per essere stata la Sandy di Grease, quando intervistata dal noto magazine The Guardian nel 2020.

L’attrice e cantante è stata negli ultimi anni esempio di guerriera e ha voluto continuare ad essere quella di sempre “nonostante” la malattia: una persona piena di vita e col sorriso stampato in volto.

Anche per questo la Newton-John era tanto amata e stimata; chiunque l’abbia conosciuta parlava della sua energia positiva e del suo amore per la vita.

Nonostante il cancro, Olivia Newton-John non ha mai perso il suo brio e ha cercato di diffondere un messaggio, si può vivere e sorridere anche se la vita pone davanti grandi, ingiuste sfide, come gravi malattie.

Tumore al seno, cos’è?

Cancro al seno: Olivia Newton-John addio dopo una lunga battaglia

Il tumore al seno è una delle malattie più diffuse tra la popolazione femminile ed è dovuto alla moltiplicazione incontrollata di alcune cellule della ghiandola mammaria.

Queste si trasformano in cellule maligne e nello staccarsi dal tessuto originario invadono poi i tessuti circostanti. Più passa il tempo più le cellule maligne possono arrivare ad attaccare organi anche molto distanti, portando poi l’organismo a non potere più sopravvivere.

Nella maggior parte dei casi il cancro al seno ha origine dalle cellule ghiandolari o da quelle che costituiscono la parete dei dotti.

Nel caso della Newton-John il cancro al seno ha avuto delle complicazioni e l’attrice aveva scoperto di avere una forma recidiva di tumore. Ciò vuol dire che nonostante fosse stato curato, il tumore era ricomparso.