Arnica: proprietà e utilizzi

Quando scegliete i medicinali da infilare nel beauty-case prima di andare in vacanza, non dimenticatevi una pomata all’arnica e qualche tubetto di arnica omeopatica in granuli o in compresse. L’arnica infatti può essere utilizzata in tantissime occasioni.

homoopathie-4689896_1920

Al mare o in montagna, può sempre capitare di fare una caduta o uno scivolone, procurandosi una contusione, una lieve distorsione, uno stiramento e così via; niente di grave, ma è meglio avere a disposizione un rimedio d’emergenza; per evitare di ritrovarsi zoppicanti o doloranti, e rovinarsi così qualche giorno di vacanza.

Può succedere anche di fare sforzi muscolari inabituali o di affaticarsi molto durante una salita in montagna, un trekking o una gita in barca a remi; anche in questi casi, è bene disporre di un rimedio ad azione rapida per evitare il giorno dopo di starsene bloccati in albergo.


Leggi anche: Germogli: proprietà e utilizzi

Per questo prima di partire è fondamentale mettere nel beauty-case una pomata all’arnica, e qualche tubetto di arnica omeopatica in granuli o in compresse.

Una pianta contro ogni tipo di shock

arnica-5627176_1920

L’arnica è una pianta montana, assai diffusa anche in Italia, con bei fiori gialli, simili a margherite, il cui uso in erboristeria richiede alcune cautele, trattandosi comunque di una pianta tossica; sotto forma omeopatica invece risulta efficacissima e priva di effetti indesiderati e di controindicazioni.

L’arnica è indicata in omeopatia nella cura di ogni sorta di shock, sia fisico, sia psichico. Il prodotto omeopatico si ottiene dall’intera pianta fiorita e può presentarsi in forma di pomata per uso esterno oppure di granuli, gocce o compresse per uso interno.

È efficace per contrastare i seguenti disturbi:

  • Tutti i tipi di traumi fisici, nel cui ambito svolge sia azione propriamente curativa sul trauma sia azione antidolorifica.
  • Le conseguenze di traumi avvenuti nel passato;
  • Traumi psichici di vario tipo;
  • Sintomi dolorosi analoghi a quelli da trauma, ma senza che si sia verificato alcun trauma; (dolori alla schiena e alle spalle, dolori alle articolazioni, dolori muscolari ecc.)

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica