Armadietto dei farmaci: come organizzarlo e cosa tenere

-
18/01/2021

Quanti farmaci teniamo in casa? Un’inchiesta di Altroconsumo ha rivelato che siamo abituati ad accumulare troppi farmaci nei nostri armadietti, oltretutto spesso si tratta di farmaci con nomi differenti ma contenenti lo stesso principio attivo. La maggior parte di noi sceglie anche il luogo sbagliato in cui conservarli scegliendo il bagno o la cucina come stanza per collocare l’armadietto dei medicinali.


thermometer-1539191_1920

Dove conservate i farmaci? Nel bagno? Sbagliato. Secondo Altroconsumo (www.altroconsumo.it), è il posto meno adatto della casa. Ma l’associazione di consumatori fornisce anche altre indicazioni per sistemare al meglio l’armadietto delle medicine.

Cosa mettere nell’armadietto dei farmaci

medications-257336_1920


Leggi anche: Parodontite: come tenere d’occhio le gengive

Non avete bisogno di un analgesico per il mal di denti, di uno diverso per il mal di testa e di un altro per i dolori mestruali: nelle nostre case tendiamo ad accumulare confezioni di medicinali (soprattutto di marca) assolutamente sovrapponibili, e che hanno lo stesso effetto e gli stessi principi attivi.

Lo conferma l’inchiesta di Altroconsumo sugli armadietti dei medicinali, che ha analizzato le scorte domestiche dei volontari.

I farmaci (tranne quelli che devono essere conservati in frigorifero), vanno conservati a temperatura ambiente, lontano da fonti di calore e di umidità. Non in bagno, quindi.

Come organizzare l’armadietto dei farmaci

first-aid-1732582_1920

Bisogna organizzarlo tenendo conto della composizione della famiglia: i medicinali per gli adulti devono essere separati da quelli per i bambini.

È bene evitare di accumulare le confezioni, controllando cosa c’è, prima di andare in farmacia.

Un armadietto delle medicine ideale dovrebbe contenere il materiale di primo soccorso (disinfettante, antisettico, cerotti, bende, termometro) e i farmaci prescritti dal medico per curare una malattia acuta o cronica.

I farmaci da banco conservati in casa dovrebbero essere pochi: un analgesico-antipiretico per adulti e uno per bambini, un farmaco antiacido per i bruciori di stomaco, una pomata per arrossamenti, prurito e punture di insetti, una crema o gel per il dolore muscolare.


Potrebbe interessarti: Tenere sotto controllo la pressione: le 10 regole

È opportuno conservare i farmaci nella loro confezione d’origine con tanto di foglietto illustrativo all’interno ed eventuali indicazioni date dal medico scritte sulla scatola.

Dov’è conservare i farmaci?

close-up-1853400_1920

Il bagno e la cucina sono le stanze peggiori della casa in cui conservare i farmaci, a causa di umidità, luce e calore.

Sarebbe consigliabile posizionare l’armadietto dei farmaci nella camera da letto degli adulti o nel ripostiglio, in un posto che i bambini non riescano a raggiungere. Per una maggiore sicurezza sarebbe meglio metterli sotto chiave.


Caterina Mora
Laureata in Biologia della nutrizione
Beauty consultant
Wellness consultant
Suggerisci una modifica