Uomini e Donne: Ida Platano è una furia, cosa succede?

Susanna Minelli
  • Esperta in TV e Spettacolo
27/07/2022

La dama del trono over ha condiviso su Instagram alcune storie in cui si infuria con alcuni haters che le hanno contestato il fatto che non sarebbe una brava madre: “Bloccherò, denuncerò, farò la qualsiasi cosa quando toccate mio figlio, per il resto non comment”.

Uomini e Donne: Ida Platano è una furia, cosa succede?

Ida Platano, la dama bresciana del trono over di Uomini e Donne, è stata pesantemente aggredita da alcuni haters su Instagram. La donna è stata presa di mira, non solo personalmente, ma anche rispetto a suo figlio e sull’educazione che gli impartirebbe. Insulti ed accuse gravi a cui tuttavia Ida ha voluto rispondere in maniera diretta attraverso lo stesso canale attraverso il quale l’ha ricevuti:

Il fatto di educarlo che non sa mangiare a tavola. Ma io vi vengo a dire come dovete crescere i vostri figli? Secondo me vi dovete educare voi. Ma da come educare mio figlio, me lo cresco nel mio modo, sarà giusto, sbagliato, conseguenze mie. Basta! Bloccherò, denuncerò, farò la qualsiasi cosa quando toccate mio figlio, per il resto non comment. Ho notato anche questa cosa, che mi scrivete verso le cinque, le sette del mattino, piuttosto che scrivere a me fate l’amore!

Insomma. Ida è rimasta molto offesa e colpita dalle accuse ricevute e ha minacciato denuncia, visto il coinvolgimento del suo piccolo…

Gli insulti

Uomini e Donne: Ida Platano è una furia, cosa succede?

Gli insulti e le accuse ricevute dagli haters sono stati pesantissimi. Di seguito solo alcuni che la Platano ha voluto rendere noti:

Insegnagli a stare composto a tavola.

E bastaaa, ma come lo tieni sto ragazzo, non ti vergogni.

Ti mostri nelle storie mettendo in evidenza il cul*, non mente l’istinto da donna di facili costumi, vergognati, sei stupida e ignorante. 

E ancora:

Come mai se vai sei senza un uomo? Cess+.

Violazioni della vita privata di un certo tenore a cui la Platano ha risposto in maniera piuttosto spontanea:

Voglio dire a quelli che continuano a scrivere su mio figlio, ve l’ho detto scrivete su di me, ma su di lui no. Non ve lo permetto proprio.

E giustamente…