Carla Fracci è morta: il tumore purtroppo ha vinto

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
27/05/2021

Carla Fracci è stata il simbolo della Scala di Milano e della danza italiana; la ballerina, ormai 85enne, è stata ricoverata nella giornata di ieri e si temeva per la sua vita. A dare l’annuncio il Corriere della Sera che ha allarmato tutti gli appassionati della danza e l’Italia intera che ha appena perso una delle più grandi ballerine di sempre.

Carla-fracci

Carla Fracci, nome d’arte di Carolina Fracci, è stata una ballerina, anzi, La ballerina classica italiana per eccellenza; nel 1981 il New York Times la definì la più grande ballerina di tutto il ‘900 ed una delle più brave e talentuose di sempre.

Molto autoironica e per niente permalosa, la Fracci ha riso anche quando Virginia Raffaele ne ha fatto una imitazione in diretta Rai, partecipando anche lei alla gag comica.

Una donna che ha saputo fare della bellezza del balletto e della danza classica, un qualcosa di eterno e soprattutto italiano. Il Corriere Della Sera ha dato la triste e preoccupante notizia ieri sera.

Come sta Carla Fracci?

Il Corriere Della Sera ne ha dato la notizia ieri, prima tramite un Tweet e poi con un articolo sul numero della sera; sulla testata giornalistica internazionale leggiamo:

“Grande apprensione a Milano quando si è diffusa la notizia delle imprecisate ma gravi condizioni di salute in cui verserebbe Carla Fracci” – si legge sulla nota, che continua – “Nata il 30 agosto 1936, una delle ballerine più famose di tutto mondo ed orgoglio milanese della Scala, dove ha studiato per anni danza ed ha debuttato nel corpo di ballo nel ’55 ottenendo subito strepitosi successi: il suo debutto trionfale risale al 31 dicembre ’55. Da allora la Carlina, come la chiamano tutti, non ha smesso di viaggiare, esibirsi, collezionare ovazioni, fiori, premi, danzando coi più illustri partner della scena mondiale, da Rudolf Nureyev a Vassiliev, da Baryshnikov a Bortoluzzi, da Murru a Bolle, collezionando 200 immortali personaggi“.

L’ultimo premio ricevuto solamente pochi mesi fa, il 19 settembre 2020, un premio alla carriera ricevuto direttamente dal Presidente della Repubblica.

Le condizioni troppo gravi hanno portato alla morte della ballerina questa mattina all’età di 84 anni; di lei amava sempre dire:

“Sono cresciuta tra i contadini, nelle campagne vicino Cremona, libera, tra molti affetti e necessità concrete. E proprio lì, ben piantate nella terra, ci sono le mie radici”.

Una ballerina che è stata l’emblema della bellezza e della potenza dell’arte. Leggiadra ed elegante ci ha lasciato alle porte dell’estate, come il lascito della primavera e dei fiori di ciliegio a fine maggio.