Stefania Orlando: sarà la madrina del Pride di Padova

Ilaria
  • Dott. in Scienze della comunicazione
22/06/2021

Stefania Orlando ha fatto uscire il suo nuovo singolo che si candida ad essere un altro dei tormentoni dell’estate: Bandolero. Non solo, per l’ex concorrente del Grande Fratello Vip 5 ci sarà anche un’altra grande opportunità: la conduttrice, da sempre vicina alla comunità LGBT, sarà madrina del Pride di Padova. 

Stefania-Orlando-Meteoweek

Stefania Orlando, dopo l’esperienza al Grande Fratello Vip 5, che l’ha vista come grande protagonista, si è lanciata nuovamente con la sua carriera musicale. La conduttrice e showgirl, infatti, è anche cantautrice e ha scritto un singolo che si candida a diventare uno dei tormentoni di questa estate 2021: “Bandolero”.

Per lei, però, le grandi opportunità non sono finite qui: Stefania Orlando, che è sempre molto impegnata anche nel sociale, è stata eletta come madrina del Pride di Padova, che si terrà il prossimo 26 giugno al Parco delle Mura e che vedrà la presenza di diversi personaggi del mondo dello spettacolo, a partire da Claudio Sona, primo tronista gay di Uomini e Donne.


Leggi anche: Stefania Orlando a Tale e Quale Show

L’ex gieffina ha mostrato la sua felicità per la partecipazione a questo evento, che chiuderà il mese di giugno dedicato al Pride, anche su Instagram, dove ha postato diverse notizie sulla manifestazione.

Stefania Orlando: difende la comunità LGBTQ+

Stefania-Orlando-Foto-Instagram

Stefania Orlando ha sempre sostenuto, anche pubblicamente durante la sua esperienza al GF Vip e oggi tramite i social, il ddl Zan, a favore del quale si sono pronunciati moltissimi personaggi dello spettacolo e che la conduttrice ha difeso a spada tratta anche in un confronto molto acceso su Rete 4 a Dritto e Rovescio:

“Sono più di venti anni che aspettiamo una legge contro l’omotransfobia. Questo è un disegno di legge perfetto, non è una legge di sinistra né di destra, ma di civiltà”.

La conduttrice e cantautrice, poi, di recente, si è mostrata indignata per l’ennesimo caso di omofobia che ha coinvolto un ragazzino di soli 12 anni. Per Stefania Orlando, quindi, ci sarà l’occasione per dimostrare ancora una volta la sua vicinanza alla comunità LGBTQ+, che l’ha scelta come volto dell’evento del mese del Pride di Padova.