Sanremo 2023, Costanzo all’attacco: si parla di sciocchezze?

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
28/12/2022

Quello che sta succedendo a Sanremo in merito a Madame sta davvero attirando l’attenzione sul Festival della Canzone italiana. Anche Maurizio Costanzo, così, ha deciso di dire la sua in merito all questione…

Sanremo 2023, Costanzo all’attacco: si parla di sciocchezze?

Anche se mancano ancor alcuni mesi, il Festival di Sanremo 2023 non fa che parlare di sé. Di recente sono stati svelati i nomi dei Big in gara e i titoli dei loro brani e proprio questi ultimi hanno già fatto discutere.

In particolare, il pubblico ha storto il naso di fronte al titolo delle canzone di Madame, Il bene e il male, il cui titolo originale era “Putta*a”. La giovane cantante, però, per evitare problemi e polemiche ha deciso alla fine di cambiare il titolo del brano.

Nonostante la sua accortezza, tuttavia, la ragazza in queste ore è tornata al centro dell’attenzione per via di alcune accuse secondo cui è colpevole di aver falsificato la sua vaccinazione per Covid-19.

Mentre la ragazza è finita al centro del processo mediatico che sta avvenendo sui social, sul nuovo numero di Chi Maurizio Costanzo ha risposto a coloro che hanno accusato la Rai di voler censurare il brano dell’artista.

Maurizio Costanzo: cosa pensa di Sanremo?

Sanremo 2023, Costanzo all’attacco: si parla di sciocchezze?

Dopo il cambio di titolo del brano di Madame, in tanti hanno accusato la Rai di censura; nonostante alla fine lo staff di Madame sia intervenuto per far sapere che è stata una scelta loro, insieme all’artista.

Il pubblico, però, non sembra gradire il cambio di rotta di Francesca Calearo e altri cantanti, come era successo per “4 marzo ’43” di Lucio Dalla o “Signor Tenente” di Giorgio Faletti.

Possibile che Sanremo non cambi mai, ma proprio mai?

si è chiesto un lettore del magazine di Signorini, a cui Costanzo non ha esitato a rispondere.

Diciamoci la verità: a Sanremo le canzoni non bastano, devono esserci anche delle sciocchezze di cui parlare. Anzi, io ho il sospetto che ci sia un apposito ‘Ufficio Sciocchezze’, dove alcuni si adoperano per dare disposizioni a Madame di dire una certa cosa, ad Anna Oxa di dire quest’altra castroneria…

ha chiosato il marito di Maria D eFilippi, secondo cui, insomma, le polemiche servirebbero a tenere viva e alta l’attenzione sulla competizione canora.

Perché Sanremo è una macchina perfetta, tanto nelle canzoni quanto nel dileggio.

ha concluso il giornalista. E voi siete d’accordo con lui?