Ragazzi autistici: sosteniamo la loro autonomia

Caterina Mora
  • Esperta in TV e Spettacolo
02/01/2021

Un progetto per aiutare i ragazzi autistici a divenire autonomi, a ricercare una “normalità” e preparandoli ad affrontare la vita con o senza genitori, per farli crescere e maturare

puzzle cervello autismo 

Vederli diventare adulti sempre più autonomi e indipendenti, eliminando la condizione dei “figli per sempre”: è questo il sogno di ogni genitore di ragazzo autistico. Un obiettivo condiviso anche dalla Fondazione Oltre il Labirinto, Onlus che lavora per offrire una risposta concreta ai bisogni delle famiglie con bambini e adolescenti coinvolti in questa disabilità, preparando per tempo la loro formazione alla vita, la loro inclusione sociale e lavorativa, nonché il loro futuro. Con e senza genitori.

A questo scopo è nato in provincia di Treviso il villaggio “Godega 4autism”, un esempio di co-abitazione che integra le strutture residenziali a quelle lavorative e di produzione artigianale. Un impegno importante, per il quale la Onlus, in occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza dell’autismo del 2 aprile, vuole richiamare la nostra attenzione.

Aiutiamo i ragazzi autistici

autismo puzzle

Fino al 9 aprile possiamo donare 2 euro con un SMS solidale oppure 2 o 5 euro con chiamata da rete fissa al 45501. Il ricavato contribuirà a sostenere l’inserimento di ragazzi autistici nei laboratori di cucina, di meccanica per l’assemblaggio delle Hugbike (le bici degli abbracci), di falegnameria, pittura, disegno, costruzione e decorazione di oggettistica, di coltivazione e raccolta dei prodotti ortofrutticoli.

Una serie di attività improntate in modo che i giovani possano acquisire le competenze specifiche proprie di ciascun contesto lavorativo, sviluppare le loro abilità funzionali, creative e comunicative e accrescere l’autostima e la gratificazione personale.

Madrina e testimonial dell’iniziativa è Maria Grazia Cucinotta.