Paola Perego raccomandata? La verità

Al Corriere della Sera Paola Perego torna a parlare delle sue crisi di panico, del rapporto con suo marito Lucio Presta e del fatto che sul lavoro l’ha sempre penalizzata, altro che raccomandata. Ma al quotidiano di via Solferino parla anche di quando per rinnovare un contratto con Mediaset è stata importunata…

paola-perego-L’essere la moglie di Lucio Presta, uno degli uomini di spettacolo più potenti, l’agente dei big in Italia non è stato un vantaggio per Paola Perego. Lo dice chiaramente al Corriere della Sera, in un’intervista dove ha parlato ancora delle sue crisi di panico.

“Mio marito ha fatto sei Festival di Sanremo: ho mai condotto io lo spettacolo più importante del Paese? No. Diciamo che se io fossi raccomandata avrei scelto dei ruoli un po’ più in evidenza, no? Anche perché lui, proprio perché sono sua moglie tende a non darmi parti importanti, ma ogni volta preferisce qualcun altro o qualcun’altra. L’altro giorno gli ho detto: ‘Senti, ma visto che per tutti io sono la raccomandata per eccellenza, a questo punto raccomandami davvero’. Si è messo a ridere…”.

Insomma Paola Perego sta dicendo che essere la signora Presta l’ha quasi penalizzata. Ma intanto se lo racconta nessuno ci crede. Un amore, il loro, iniziato quanto Paola aveva trent’anni.

“E da allora spesso mi dice: ‘Non vedo l’ora che invecchi così sarai solo mia’. Be’, ci siamo ormai!. Io conto di invecchiare con lui. È una persona straordinaria, molto diversa da come appare in superficie. Lo sa che ogni mattina di ogni santo giorno mi porta la colazione a letto e mi scrive delle lettere bellissime, piene d’amore. È di una grande correttezza morale”

Paola Perego: i problemi avuti in passato

paola-perego-lucio-presta-foto-di-bacco-1144126-1-1024×576

Oggi al fianco di Lucio Presta, Paola è una donna protetta ma da giovane era sola e indifesa e non ha nascosto per esempio che una volta a Mediaset, un dirigente si mise a rincorrerla intorno ad un tavolo. Ma non solo:

“Un’altra volta, in scadenza di contratto, un altro mi propose di andare a cena. Dissi di no e quel contratto alla fine lo ottenni, sì, ma a furia di lunghe e umilianti anticamere…”

Paola è una donna forte che ha vissuto il suo peggior momento professionale però solo qualche anno fa, dopo una puntata di Parliamone… sabato su RaiUno, nel 2017, nella quale si mettevano a confronto le donne italiane e quelle dell’Est. Alla fine Paola Perego è stata accusata di sessismo e la sua rubrica dentro La vita in diretta venne chiusa tra le polemiche.

“Penso che quelli siano stati in assoluto i giorni peggiori della mia vita professionale. Per settimane non sono uscita da casa e non solo perché la mia faccia era su tutti i giornali e in televisione, ma perché non sapevo come dire che non era così, che io non sono sessista né tantomeno razzista. Ma quella rubrica me la sono rivista più volte: io ho difeso le donne come faccio sempre”