Orietta Berti ha rischiato la vita? La verità

23/08/2021

Orietta Berti continua a essere la regina indiscussa dell’estate. Non quella del 1965 ma nel 2021. Lei è sempre lì, in vetta alle hit con Mille, il tormentone inciso con Fedez e Achille Lauro.  Un successo partito da lontano rischiando anche di non farcela, di affogare da bambina…

fedez_orietta_berti_achille_lauro

Da “Io ti darò di più”, una hit estiva di 56 anni fa, a Mille, la hit di questa torrida estate. Sempre con la voce inconfondibile di Orietta Berti. Una donna che non ha mai smesso di sorridere, di essere normale. È questo il segreto del suo successo. Perché “la gente si è affezionata a me perché dò loro coerenza, bel canto e rispetto”.

Concetti semplici che sono sempre arrivati. Infatti ai suoi concerti si vedono famiglie intere: nonni, mamme e papà cresciuti insieme con le sue canzoni sin dai tempi di Canzonissima, ma anche molti bambini. Se Orietta non avesse fatto la cantante ha raccontato al quotidiano Libero sarebbe diventata una maestra d’asilo anche se sua mamma, che gestiva la pesa pubblica di Cavriago, diceva sempre: “se le cose vanno male nel canto, vieni a darmi una mano alle bilance”.


Leggi anche: Mille: il tutorial di Orietta Berti

E il rischio di farcela c’è stato. Ma non perché non fosse brava ma perché era un maschiaccio e ha rischiato di affogare. Tutto vero:

“Quel che è peggio non in un fiume ma in un fosso per il liquame dei maiali. Me la sono vista brutta…”

Orietta Berti ha rifiutato di posare senza veli per Playboy

orietta berti sanremo

Bella, famosa e desiderata tanto che in quegli anni, Playboy le fece ponti d’oro per un servizio senza veli. Patty Pravo e Iva Zanicchi accettarono, lei no racconta ancora Libero nella chiacchierata con Orietta Berti. Un no ragionato:

“Mi offrirono cifre da capogiro. Ma come mi sarei ripresentata da mia madre e da mia suocera?”

Insomma una brava ragazza tanto da sposarsi per volontà della madre prima di partire per l’America e far diventare Stranger in the night la sua canzone del cuore.

“Nel 1967 firmai per due mesi di concerti negli Stati Uniti insieme a Claudio Villa. E volevo andarci con il mio fidanzato Osvaldo. Mamma, però, era rigida: o regolarizzi il rapporto o vai da sola. Così ci sposammo al volo per unire il tour al viaggio di nozze. Tutto il giorno sentivamo nelle radio americane questa straordinaria canzone di Sinatra che è diventata la colonna sonora di un matrimonio che dura, pensi, da 54 anni…”


Potrebbe interessarti: Orietta Berti racconta il successo di Mille