Morgan contro X-Factor: “Senza di me è imploso”

13/09/2021

Anche X-Factor sta per tornare e quest’anno sarà un’edizione molto diversa dal solito. Tolte le categorie ci sarà anche un nuovo conduttore pronto a prendere l’eredità di Alessandro Cattelan. Con l’occasione anche Morgan è tornato a parlare del talent show musicale, rivelando alcuni retroscena sulla fine della sua avventura televisiva.

Progetto senza titolo – 2021-09-13T190234.527

X-Factor è pronto a ripartire con le tante novità previste per questa stagione. Tolte le categorie, il compito di Ludovico Tersigni sarà quello di sostituire alla conduzione Alessandro Cattelan, che è stato la guida del talent show musicale per oltre un decennio. Altro ruolo importante è quello dei giudici e, da ex componente della giuria, Morgan ha voluto raccontare qualche retroscena sul suo addio.

Il cantante, come al solito, non ha perso occasione per fare polemica e dare il suo giudizio sulle ultime annate dal talent, a parere suo poco interessanti dal punto di vista musicale, con proposte “blande”, se si esclude il successo dei Maneskin. Morgan ha sottolineato, a questo proposito, il grande lavoro di Manuel Agnelli: “L’unico giudice che dopo di me ha svolto un discreto lavoro”.


Leggi anche: Morgan contro Jessica Mazzoli: nuovo scontro social

Morgan: perché ha lasciato X-Factor?

Progetto senza titolo – 2021-09-13T190206.599

Morgan, poi, ha spiegato come mai ha dovuto interrompere la sua avventura ad X-Factor, individuando i responsabili del suo addio:

“I signori discografici, quelli sono i veri responsabili della mia cacciata da X-Factor e della mia assenza dal mercato discografico odierno. Sono tanto convinti della ingestibilità di Morgan quanto del fatto che volentieri incassano i risultati dei dischi di Noemi, Marco Mengoni, Michele Bravi e di tutti gli altri cresciuti grazie al mio lavoro”.

Secondo il cantante, quindi, la causa della mancata continuazione della sua esperienza è sempre da ricondurre al suo carattere burrascoso e definito ingestibile dai più. Morgan, poi, ha lanciato un’ulteriore stoccata alla categoria, sfogandosi una volta per tutte:

“A loro manca la capacità di ragionare in maniera approfondita sul loro stesso settore. Cacciare Morgan ha significato rendere X-Factor un prodotto iper-standardizzato e che alla fine è imploso senza più risultati”.


Ilaria
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica