Maria de Filippi rivela come è nato Amici

Francesca Petruccioli
  • Esperta in TV e Spettacolo
30/09/2021

Amici, il fortunato talent che tiene incollato alla tivvù il pubblico da casa, come è nato? La prima idea embrionale della scuola più ambita d’Italia qual è stata? A rispondere alla domanda e rivelare il retroscena è stata la stessa Maria De Filippi. C’entra una ricerca di marketing e la Fiat.

Maria-De-Filippi-ad-Amici

Amici, da show a talent con un successo incredibile: ma come è nata l’idea di proporre un programma del genere che da oltre venti anni è sul podio in fatto di ascolti? A questa domanda ha risposto direttamente Maria De Filippi durante una trasmissione in cui è stata ospite. Tutto nasce dal marketing. Ma vediamo insieme.

Amici, prima era una show poi diventa un talent

finale-amici-2021

Queen Mary lo ha raccontato durante la trasmissione radiofonica R101 “Facciamo finta che”, un programma di Carlotta Quadri e di suo marito, Maurizio Costanzo. Amici di Maria De Filippi all’inizio era stato lanciato come uno show prima di essere trasformato in un talent.

All’inizio, infatti, il programma si basava su un confronto tra ragazzi sui temi appartenenti ai giovani. Aveva degli opinionisti fissi che cercavano di ampliare il dibattito. E, come ha raccontato lo stesso Costanzo, alcuni di loro sono diventati poi autori e collaboratori dei vari programmi della De Filippi. Poi la trasformazione in talent con il titolo Saranno Famosi. 

Amici, tutto nasce da una ricerca di marketing

Roma, Trasmissione tv “Maurizio Costanzo Show”

ma da quale idea è partito il talent di Canale 5? Lo ha rivelato direttamente Maria de Filippi, che all’epoca era solo la collaboratrice di quello che sarebbe diventato poi suo marito, appunto, Maurizio Costanzo. L’amicizia è uno dei valori fondamentali tra i giovani e lo spunto è stato proprio questo, la De Filippi ha sottolineato che tutto è nato da una ricerca di mercato sui giovani:

“Sì, è andata proprio così. All’epoca io lavoravo per te (dice a Costanzo, ndr) e tu facevi comunicazione per la Fiat. La Fiat doveva lanciare mi sembra una Vespa o una macchina, non vorrei sbagliarmi. Comunque arrivarono diverse ricerche di marketing sui ragazzi e da lì nacque l’idea di Amici”.

La prima puntata dello show, come ha ricordato Costanzo durò una mezz’ora e proprio il padre di Maria, attento osservatore, sottolineò come i “siparietti” erano proprio forti.

“La prima puntata andata in onda durò mezz’ora e il papà di Maria disse ‘Ma non è male quella scenetta che ho visto’. Li definiva ‘siparietti’”.

Amici e il ruolo fondamentale di Maria De Filippi

amici-20-alunni-1

Carlotta Quadri ha poi sottolineato l’importanza che riveste Maria: un ruolo che va oltre la conduzione, ed ha detto:

“Oltre al talento, l’altro grande protagonista di “Amici” è il rapporto di Maria con i ragazzi, è un rapporto sincero, schietto, i ragazzi si affidano a Maria”.

E Costanzo ha aggiunto che il collante fondamentale è l’amicizia che si crea anche con il pubblico da casa:

“Io vorrei dire una banalità: è amicizia. Quindi da “Amici” nasce amicizia e questa nasce anche con il telespettatore, una parentela mediatica”