Mara Venier confessa: “Mi sono spaventata”

Luca Uccello
  • Esperta in TV e Spettacolo
02/12/2021

Al settimanale Oggi, la signora della domenica pomeriggio di Rai 1 ha raccontato il suo incidente sul lavoro nei dettagli. Mara Venier dice di aver capito la lezione e di non voler più correre da una parte e dell’altra nemmeno per Domenica In. Conoscendola riesce difficile da credere però.

mara venier incidente

“Stavolta mi sono spaventa. È la volta buona che cambio un po’”. Anzi no. Appena si accende quella luce rossa della telecamera la signora Venier sente una responsabilità che la carica, le fa dimenticare tutti gli acciacchi.

Perché è voluta andare in onda Mara Venier? L’ha fatto per Nicola, ha pensato a lui che non vedendola in studio, seduta sulla sua poltrona di Domenica In si sarebbe preoccupato. Lo stesso per sua figlia e suo nipote.

“Per fortuna mio figlio Paolo era accanto a me. Ero in uno stato confusionale, io c’ho provato a fare la mia intervista a Memo Remigi, ma mi sono resa conto che non capivo nulla di quello che lui diceva. Avevo un ficozzo enorme sulla fronte, un versamento al ginocchio e male alla caviglia. Mi è andata di lusso, perché le lenti si sono spaccate, ma per fortuna si sono frantumate in esterno: potevo rompermi il naso…”

Al settimanale Oggi, la padrona di casa di Domenica In non nasconde che da sei mesi a questa parte le sta succedendo di tutto, da quando in pratica le hanno lesionato il nervo facciale, e che “ogni tanto mi viene proprio lo sconforto. Ma poi per indole l’ironia mi salva”. Ma non solo…

“La verità è che che vivo come fossi una eterna ragazza. E quindi corro, corro sempre perché così faccio da tutta la vita”

Mara Venier ha capito la lezione?

mara venier incidente 2

Mara Venier è un’eterna ragazza che si rende conto che sentendo la responsabilità del programma, fa troppo:

“Corro di qui e di lì. Ma stavolta penso di aver imparato la lezione. Io devo imparare a prendere le cose con maggior leggerezza. Il mio nuovo mantra sarà anche meno”

Ma c’è un’altra verità che la conduttrice di Domenica In non nasconde:

“Sono invidiata perché a settant’anni sono sommersa di proposte di lavoro, sono circondata da calore, ricevo continuamente dal pubblico testimonianze di affetto. Mi piacerebbe molto lavorare in tranquillità, mi piacerebbe riuscire ad avere più cura di Mara, della persona che sono, piuttosto che della conduttrice di Domenica in. Questa è la tredicesima edizione che faccio: vuol dire 13 anni. E ancora faccio fatica a delegare…”