Maneskin, la verità: nessun abuso di droga

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
26/05/2021

L’accusa di abuso di droga in diretta ai danni di Damiano David è stata finalmente ritirata dopo le analisi svolte volontariamente dallo stesso Damiano. Un comunicato ufficiale dell’Eurovision Song contest ha fatto cadere ogni tipo di accusa nei confronti della band italiana che può finalmente godersi in pace la propria vittoria.

Maneskin-no-dorga

Una vittoria meritatissima quella dei Maneskin, band romana che ha trionfato sabato scorso all’Eurovision Song contest; una kermesse canora molto importante che l’Italia non vinceva dal lontano 1990.

Purtroppo i festeggiamenti per la band inizieranno solamente oggi, avendo dovuto gestire una accusa diffamatoria di aver fatto uso di cocaina in diretta internazionale.

Peccato che, a discapito di chi già ne chiedeva la squalifica, un comunicato ufficiale dell’Eurovision Song contest abbia smentito tali accuse in maniera ufficiale:

“Nessun consumo di droga è avvenuto nella Green Room e riteniamo chiusa la questione“.

Damiano David non ha sniffato cocaina

Maneskin-Eurovision-squalifica-classifica-cantanti

Nessun abuso di cocaina, niente di niente; solamente un gran polverone che nel comunicato stampa ufficiale della giuria della kermesse viene del tutto spazzato via:

“A seguito delle accuse di consumo di droga nella Green Room dell’Eurovision Song Contest Grand Final di sabato 22 maggio, l’European Broadcasting Union (Ebu), come richiesto dalla delegazione italiana, ha condotto un esame approfondito dei fatti, controllando anche tutti i filmati disponibili. Un test antidroga è stato anche fatto volontariamente nella giornata di oggi dal cantante del gruppo Maneskin che ha restituito un risultato negativo visto dall’Ebu. Siamo allarmati dal fatto che speculazioni imprecise che portano a notizie false abbiano oscurato lo spirito e l’esito dell’evento e influenzato ingiustamente la band. Ci congratuliamo ancora una volta con i Maneskin e auguriamo loro un enorme successo. Non vediamo l’ora di lavorare con il nostro membro italiano Rai alla produzione di uno spettacolare Eurovision Song Contest in Italia il prossimo anno“.

Nel frattempo i Maneskin hanno ricevuto i complimenti anche da Barbara Pravi, la cantante che rappresentava la Francia, la quale si è vista soffiare sotto il naso il primo posto che pareva ormai una certezza.

La cantante, fiera del suo secondo posto, ha supportato i Maneskin, omaggiando il loro talento e la loro performance aldilà di ogni tipo di accusa:

“Vedo che ci sono polemiche in atto, anche per il fatto che non ho vinto. Critiche per la vittoria dei miei amici italiani, quindi ripeto qui quello che ho già detto nei media: i Maneskin sono stati dei GRANDI sabato sera, sono stati eletti dai telespettatori, è il loro posto, la loro vittoria, il loro momento.

Sono felice per la mia seconda posizione e super orgogliosa di questo bel risultato, quindi sarebbe bello se le polemiche finissero. Viva l’Italia, viva la Francia, viva il rock e viva la canzone francese. Baci a tutti”.