Maneskin: Damiano risponde all’attacco di Pillon

Francesca Petruccioli
  • Giornalista professionista Iscritta all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria
17/11/2021

Maneskin sotto accusa per il loro look? Per quello che hanno detto a proposito della bocciatura del #DdlZan? Un violento attacco è stato sferrato alla band che in questo momento sta scalando le classifiche mondiali ottenendo riconoscimenti a go-go. È stato il senatore Simone Pillon a scagliarsi contro di loro. Ironica la risposta di Damiano.

pillon-maneskin

Maneskin attaccati dal senatore Pillon per essersi presentati sul palco degli MTV Europe Music Awards vestiti in modo non consono? Damiano in slip borchiato e reggicalze ha scatenato l’esponente della Lega. Il politico sui social ha scritto un lungo post contro il loro look e contro anche la critica pronunciata dai cantanti sulla bocciatura del ddlZan. La risposta di Damiano all’esponente politico, però, non si è fatta attendere.

Maneskin e il commento sulla bocciatura del DdlZan

maneskin

Dopo lo strepitoso trionfo della band romana a Budapest, Damiano sul palco ha commentato il riconoscimento. Il frontman  dei Maneskin  ha evidenziato come questa vittoria allunghi la serie di risultati raggiunti quest’anno in ambito sportivo dall’Italia, sottolineando, però la “sconfitta” in merito ai diritti civili, riferendosi alla bocciatura del ddlZan:

“Quest’anno, in particolare, bisogna andare fieri del nostro Paese per i risultati raggiunti non solo da noi ma da tanti sportivi e da tante personalità della cultura. Peccato per i diritti civili, dove continuiamo a rimanere indietro e invece per noi sarebbe stata la vittoria più importante”

Maneskin, Pillon attacca la band

maneskin-pillon2

Il senatore Simone Pillon, eletto nel 2018 nelle fila della Lega Nord, ha attaccato sui social il look con il quale i Maneskin si sono presentati sul palco e anche le parole che hanno detto sulla bocciatura del ddlZan.

“I #maneskin a Budapest, davanti a un impettito presentatore in kilt (deve aver confuso gli Scoti con gli Ungari), con tanto di performer (maschietto) in culottes e giarrettiere, ricevono gli #MTVEMA. Tra poco arriveremo al reggiseno da uomo”.“(…) Ovviamente, una volta preso il microfono, non possono esimersi dal piagnisteo per la sonora bocciatura del #ddlZan”.

pillon-damiano

E quindi l’attacco di Pillon  si è spostato sulla carriera dei Maneskin che non sarebbe stata così dirompente se avessero seguito le radici cristiane. E poi il ricordo di quello che è accaduto al cantante Povia.

“Guardandoli, mi chiedo: ‘dove sarebbero le discriminazioni? Mi piacerebbe sapere quanta carriera potrebbe fare una band che si ispirasse alle radici cristiane d’Europa, o che inneggiasse alla difesa della vita dal concepimento o che prendesse a tema la lotta alla droga. (…) “Certo, si sarebbero scordati i premi e gli applausi del mainstream, ma avrebbero dimostrato di essere davvero fuori dagli schemi. Invece è sempre la solita solfa”.

“Ricordo il massacro cui fu sottoposto Povia solo per aver osato partecipare al Family day del 2007 difendendo la famiglia naturale…È facile andare secondo la corrente del politicamente corr(o)tto. Da giovani che si dicono alternativi e ribelli mi sarei aspettato qualcosa di diverso, che so, sul palco in smoking i maschietti e in abito da sera la signorina, con tanto di dichiarazioni tipo ‘i bambini hanno il diritto di avere una mamma e un papà’”.

Maneskin, la risposta epica di Damiano

maneskin-pillon

Dopo il duro e lungo assalto di Pillon, Damiano ha voluto rispondere con un post ironico al senatore. Prima ha pubblicato un testo per i fan, in inglese, sul profilo privato di Instagram sotto la foto che lo ha immortalato mentre tira fuori la lingua, vestito con l’abbigliamento durante gli MTV Europe Musica Award e ha scritto: “Thank you guysss we’re making history🇮🇹” (Grazie ragazzi, stiamo facendo la Storia). Poi ha aggiunto un Ps, in italiano, rivolto al senatore che ironicamente chiama “Simo”:

“Hai ragione Simo, la prossima volta completo e paPillon??”.