L’Isola dei Famosi: ex naufraga risponde alle offese sul…

Terminata la recente esperienza a L’Isola dei Famosi, Pamela Petrarolo si è sfogata dopo aver ricevuto delle pesanti critiche sul suo corpo.
Nel corso di un’intervista, l’ex naufraga ha spiegato che ciò che più l’ha fatta star male è stato il fatto che ad offenderla siano state soprattutto delle donne. 

(16:00) Pamela Petrarolo e le pesanti critiche sul suo corpo

Pamela Petrarolo non ci sta e, dopo essere stata vittima di alcuni hater, ha deciso di sfogarsi pubblicamente e raccontare la terribile esperienza vissuta una volta tornata dall’Honduras per colpa di alcune donne che hanno pesantemente criticato il suo corpo.
Cos’è successo?

Pamela Petrarolo: “Critiche vergognose”

(16:00) Pamela Petrarolo e le pesanti critiche sul suo corpo

Non provano neanche ad immaginare cosa possa esserci dietro quella pancetta che a tanti ha dato fastidio. Pensate un po’ io da due anni ho una diastasi addominale di 4/5 cm e un’ernia ombelicale abbastanza esposta che oggettivamente si comincia a vedere per questo devo cominciare a pensare di levarla. Ma sapete? Ho partorito la mia terza figlia 18 mesi fa e scusate se non ho avuto tempo di pensare alla mia salute.

Con queste parole l’ex naufraga, rientrata dall’Honduras, si è sfogata in una recente intervista a comingsoon.it dopo essere stata vittima di body shaming.
Pamela si è detta molto dispiaciuta e offesa nel leggere alcuni articoli in cui scrivevano che era “l’unica naufraga che invece di dimagrire ingrassa”; affermazioni pesanti che, come affermato dalla stessa Petrarolo, se fatte ad una ragazza giovane e magari molto fragili potrebbero avere delle conseguenza molto serie.
Quanto accaduto a lei, Pamela ha voluto che diventasse un motivo di riflessione per quelle tragedie a cui purtroppo ogni tanto assistiamo.

Cos’è il body shaming

(16:00) Pamela Petrarolo e le pesanti critiche sul suo corpo

Con il termine body shaming ci si riferisce ad un atteggiamento denigratorio e sprezzante nei confronti di caratteristiche fisiche che, tendenzialmente, non sono in linea con gli standard estetici maggiormente condivisi.
Non si tratta di semplici pareri o gusti personali ma di giudizi spesso non richiesti e critiche che, in alcuni casi, sfociano in veri e propri attacchi pubblici o comportamenti di bullismo e che comportano perciò sofferenza in chi ne è vittima; oltre alla vergogna infatti, e alle normali emozioni che si possono provare in queste situazioni, le conseguenze possono sfociare anche in patologie mentali o comportamenti autolesivi.