La dieta di Adele: esempio da non seguire

03/05/2021

Il dimagrimento di Adele ha stupito tutti, sia i suoi fan sia il pubblico che l’ha conosciuta per i suoi grandi successi: la cantante ha dichiarato di aver perso circa 45 chili dopo essersi sottoposta a una dieta molto particolare, su cui è stato raccontato di tutto. Ma è stato davvero un percorso salutare? 

Progetto senza titolo – 2021-04-30T130250.051

Le immagini della cantante Adele che, dopo aver lasciato le scene all’apice del successo, è riapparsa su Instagram visibilmente dimagrita hanno fatto il giro del mondo e hanno molto colpito non solo i suoi fan, ma anche tutto il pubblico che l’aveva conosciuta per la sua voce in “Someone like you”, “Rolling in the deep” e “Hello”.

Adele avrebbe svelato a uno dei suoi fan di aver perso, durante questo periodo, circa 45 chili: un dimagrimento davvero incredibile, che sarebbe da imputare ad una dieta chiamata Dieta Sirt o Sirtfood, che promette di far perdere fino a oltre tre chili ogni settimana. Ma è davvero così?


Leggi anche: Primo giorno di scuola: 10 regole da seguire

Innanzitutto, questa dieta, che prevede un basso apporto di calorie: solo 1000 al giorno in una fase iniziale, per poi arrivare nel periodo di stabilizzazione che prevede l’assunzione di circa 1300-1500 calorie. Secondo quanto riportato dalla nutrizionista di Adele, però la dieta della cantante si baserebbe ancora oggi, dopo quattro anni dall’inizio, su 1000 calorie giornaliere, senza mai assumere carboidrati.

La dieta di Adele: cosa c’è di sbagliato?

Progetto senza titolo – 2021-04-30T130239.094

Il percorso di Adele, quindi, sarebbe ben lontano dalle indiscrezioni che affermavano come la cantante fosse dimagrita mangiando cioccolato fondente e bevendo vino.

Anzi, Adele inizialmente avrebbe perso peso proprio con la Dieta Sirt e solo in un secondo momento avrebbe deciso di essere seguita da un esperto: esempio sbagliatissimo, perché, quando si cerca di combattere il problema dell’obesità è sempre importante affidarsi ad uno specialista, soprattutto nel primo periodo.

Dalle parole della nutrizionista di Adele, poi, si capisce che la cantante sta seguendo un regime alimentare non molto sano:

“Faccio mangiare ai miei clienti un piatto suddiviso in parti. Le insalate devono occupare due terzi del piatto e le proteine un terzo”.

L’assenza di carboidrati non giova a nessun fisico, tanto meno quando una persona come Adele, che deve dimagrire, associa alla dieta anche una costante attività fisica. Inoltre, cominciare fin dalla sua età, poco più di 30 anni, a seguire una dieta così stringente, che elimina molti nutrienti essenziali, costituisce una limitazione eccessiva per il metabolismo.


Ilaria
  • Laureata in Scienze della comunicazione
  • Esperta in: TV e Gossip
Suggerisci una modifica