Khaby Lame ce l’ha fatta: finalmente è diventato…

Ilaria
  • Esperta in TV e Spettacolo
18/08/2022

Quella di ieri è stata una giornata importante e indimenticabile per Khaby Lame, il tiktoker più seguito al mondo. Il ragazzo di Chiasso aveva dichiarato che, nonostante fosse cresciuto in Italia dall’età di un anno, non aveva ancora ottenuto il riconoscimento della cittadinanza ma ieri… 

Khaby Lame ce l’ha fatta: è diventato…

Su Tik Tok ha raggiunto qualsiasi record, arrivando ad essere il più seguito al mondo con 148 milioni di followers che gli hanno di consentito di superare anche l’americana Charlie D’Amelio, la star della piattaforma più amata dai giovani. Khaby Lame sa cosa significa arrivare al successo e ottenere grandi soddisfazioni, anche se forse nulla lo ha emozionato come la giornata di ieri, che rimarrà sicuramente tra le più importanti della sua vita.

Nato a Dakar, in Senegal, nel 2000, si è trasferito in Italia all’età di un anno. Cresciuto da italiano, non aveva ancora ottenuto la cittadinanza, come rivelato di recente anche pubblicamente, sottolineando come fosse ingiunto che un ragazzo come lui non avesse ancora avuto questo riconoscimento dallo stato italiano. Khaby Lame, però, ce l’ha fatta!

Khaby Lame è italiano

Khaby Lame ce l’ha fatta: è diventato…

La cerimonia si è svolta nel comune di Chiasso, a Torino, città dove ha sempre vissuto Khaby Lame. Di fronte all’Ufficiale di Stato Civile del Comune, Khaby Lame ha pronunciato il giuramento che ha preceduto la consegna di una Copia della costituzione, di una spilla di Chiasso e ovviamente del decreto che notifica il riconoscimento della cittadinanza italiana da parte del Presidente della Repubblica.

Un momento speciale per il 22enne, diventato famoso su Tik Tok grazie ai suoi video spontanei e simpatici in cui rifiuta di sottoporsi a processi complicati per risolvere azioni di vita quotidiana (dallo sbucciare e tagliare una mela fino ad allacciarsi le scarpe). In occasione della cerimonia, Khaby Lame ha pronunciato parole di felicità e di orgoglio per questo traguardo finalmente raggiunto:

Mi sentivo italiano anche prima di oggi, avendo sempre vissuto qua. Però ora sono italiano anche sulla carta, è una grande responsabilità.