Jovanotti il dramma: “Pensavo di essere forte”

C’è il Jovanotti ribelle, quello che canta anche l’amore. Poi c’è un Jova. Quello che fa il testimonial dell’Istituto europeo di oncologia di Milano, dopo che sua figlia Teresa ha sconfitto un tumore. Il cantautore ha deciso di raccontare la sua esperienza da padre vissuta con la malattia della figlia…

jovanotti-e-teresa-4

Fare il padre non è mai facile. Non lo è soprattutto quando scopri che tua figlia sta male, ha un male brutto da combattere. Jovanotti ha dovuto affrontare la malattia di sua figlia Teresa. L’occasione giusta per parlare di tumori e prevenzione è stata la giornata dedicata alle donne.  Tante pazienti hanno raccontato le loro storie di lotta contro il cancro al seno.

Con loro c’era anche Jovanotti, ospite speciale di “Iec per le donne” dopo che la figlia Teresa è riuscita a sconfiggere il tumore di Hodgkin che le era stata diagnosticato a luglio 2020.

“Mia figlia si era accorto di avere un linfonodo che le faceva male, dopo un primo esame le fu suggerito di fare ulteriori approfondimenti allo Ieo e lì abbiamo avuto la diagnosi. Da quel momento è è iniziata un’avventura, durata per sei mesi difficili che si sono conclusi bene. Ora la malattia è scomparsa e Teresa ha ripreso la sua scuola”

Jovanotti pensava di essere forte e “invece mi tremavano le gambe”

teresa e jovanotti

Non è stato facile nemmeno raccontare quello che è successo, come l’ha vissuto. Jovanotti non si nasconde e soprattutto non si vergogna nel dire che:

Teresa e mia moglie hanno affrontato questo viaggio con una forza che mi ha sorpreso. Pensavo di essere io quello forte della famiglia, invece mi sono accorto che le gambe mi cedevano”

Ripensando a quei mesi duri, il cantautore spiega:

“Ora posso rivedere tutto in modo un po’ più razionale. Da padre ho imparato che queste cose si affrontano, con strumenti evoluti e complessi, un giorno alla volta, con un obiettivo davanti e guardando al futuro, con coraggio, speranza e fiducia. Queste sono tre parole fondamentali, insieme all’amore”.