Incendio del grattacielo a Milano: coinvolti Morgan e Mahmood

Ilaria
  • Esperta in TV e Spettacolo
30/08/2021

Le immagini del grattacielo di Via Antonini a Milano completamente avvolto dalle fiamme hanno fatto il giro del web e delle televisioni nel pomeriggio di ieri. Anche Morgan si trovava poco distante dal luogo dell’incendio e ha svelato che nel palazzo viveva anche Mahmood, fortunatamente in salvo così come tutti gli altri residenti. 

Progetto senza titolo – 2021-08-30T003721.123

Nel pomeriggio di ieri un grattacielo è andato in fiamme in Via Antonini 32, a Milano. L’incendio sarebbe divampato dal quindicesimo piano dell’edificio, per cause ancora ignote: fortunatamente i residenti si sono accorti di quanto stava accadendo e sono riusciti a dare l’allarme prima che per loro fosse troppo tardi. Repentino l’intervento dei vigili del fuoco che hanno fatto evacuare il grattacielo, presto avvolto completamente dalle fiamme.

Sul posto c’era anche Morgan che, residente in una casa poco distante, si è accorto dell’incendio ed è sceso in strada, documentando tutto tramite una diretta su Instagram, dove è apparso visibilmente agitato e sconvolto dalla colonna di fumo e fiamme che ha continuato per ore. Il cantante ha anche rivelato che in uno degli appartamenti distrutti dall’incendio viveva Mahmood. 

Morgan rivela: “Lì vive Mahmood”

Progetto senza titolo – 2021-08-30T003856.182

Morgan ha documentato tutto tramite Instagram, spiegando che anche le abitazioni vicine sono state evacuate per precauzione:

“Guardate, una cosa assurda. Stavamo per andare a fuoco anche noi, ma siamo nella casa vicina. […] Ci sono le ambulanze e al quinto piano ci sono ancora le fiamme. I pompieri sono accorsi subito”.

Poi Morgan ha fatto un’ulteriore rivelazione affermando che: “In quel palazzo ci abita anche Mahmood“. L’indiscrezione lanciata da Morgan è stata confermata anche da alcune persone della zona che, intervistate sul momento, hanno riferito di aver visto spesso il cantante. Secondo quanto riportato da alcune indiscrezioni, non è dato sapere se Mahmood fosse effettivamente in casa al momento dell‘incendio. 

Mahmood non ha pubblicato nulla su Instagram, probabilmente preoccupato e addolorato per quanto accaduto: il suo appartamento, come tutti gli altri realizzati nei quindici piani del grattacielo, è andato completamente distrutto.