GF Vip, Selvaggia Roma contro le adozioni gay: Tommaso Zorzi risponde

Ilaria
  • Esperta in Tv e Reality
14/09/2022

Scontro social tra Selvaggia Roma e Tommaso Zorzi, due ex protagonisti del Grande Fratello Vip 5. Rispondendo alle domande dei followers su Instagram, Selvaggia Roma si è detta contraria alle adozioni gay: un argomento delicato che ha suscitato una reazione seria e decisa da parte di Tommaso Zorzi. 

GF Vip, Selvaggia Roma contro le adozioni gay: Tommaso Zorzi risponde

Selvaggia Roma e Tommaso Zorzi di nuovo l’una contro l’altro. Sicuramente ricorderete che qualche scontro c’è stato anche nella casa del Grande Fratello Vip 5, dove Selvaggia Roma era entrata “in corsa” facendo una breve apparizione ma sicuramente senza lasciarsi sfuggire nemmeno una polemica.

Questa volta ad accendere lo scontro è stata una risposta proprio di Selvaggia Roma. L’ex protagonista di Temptation Island, rispondendo alle domande dei suoi followers di Instagram, ha rivelato di essere contraria alle adozioni gay. Ed ecco arrivare prontamente la replica da parte di Tommaso Zorzi.

GF Vip: Zorzi contro Selvaggia Roma

GF Vip, Selvaggia Roma contro le adozioni gay: Tommaso Zorzi risponde

Selvaggia Roma ha espresso un’opinione sulle adozioni gay, rivelando che secondo lei i bambini devono essere cresciuti da un padre e una madre, e per questo è contraria al fatto che una coppia omosessuale possa avere un figlio:

Ho tantissimi amici omosessuali, ma la pensano come me. Non sono d’accordo. Mi sento in dovere di dire che un bambino debba avere due figure, come una mamma e un papà. Credo che non bisogna imporgli queste figure, crescete e moltiplicatevi dicevano. Quando crescere poi saranno loro a decidere se moltiplicarsi o fermarsi e amare il proprio sesso.

Ovviamente Tommaso Zorzi è intervenuto facendo presente la difficoltà di tante coppie gay che scelgono di adottare e che, nel momento in cui, dopo anni di burocrazia e tantissimi soldi impiegati nelle pratiche, sicuramente non vedono l’ora di poter dare tutto il loro amore ad un bambino, desiderato forse più di tante coppie etero che non hanno potuto o voluto crescerlo e così l’hanno lasciato in orfanotrofio:

Le coppie omogenitoriali adottano un bambino che “una mamma e un papà” non hanno voluto o potuto tenere. Dunque le figure “mamma” e “papà” non mi pare siano sinonimi di bravi genitori. E aggiungo che se io volessi adottare un figlio a numerosi esami di idoneità e dovrei inoltre spendere cifre folli. Dunque io quel figlio lo vorrei con tutto me stesso.