GF Vip, Ginevra Lamborghini: la madre fa un appello a Marco Bellavia

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
05/10/2022

Anche Luisa Peterlongo, madre di Ginevra Lamborghini, è intervenuta sui social per commentare la squalifica della figlia. Sembra infatti che la donna, nonostante la solidarietà espressa a Marco Bellavia, non abbia gradito il comportamento subito dalla ragazza.

GF Vip, Ginevra Lamborghini: la madre fa un appello a Marco  Bellavia

Dopo aver bullizzato Marco Bellavia e aver sottolineato che l’uomo meritava tale trattamento, Ginevra Lamborghini nella scorsa puntata del Grande Fratello Vip è stata squalificata.

La ragazza, è stata l’unica ad essere vittima di tale procedimento e così anche se i telespattori si sono detti d’accordo con la decisione di Signorini, hanno anche sottolineato come la ragazza non fosse l’unica a meritare tale provvedimento.

Anche la madre della giovane, Luisa Peterlongo, ha detto la sua sulla decisione presa sulla figlia, esprimendo però sostegno e vicinanza a Marco Bellavia.

Grande Fratello Vip: decisione ingiusta per Ginevra?

GF Vip, Ginevra Lamborghini: la madre fa un appello a Marco  Bellavia

Già nei giorni scorsi Luisa Peterlongo aveva commentato la scelta del Grande Fratello Vip di squalificare sua figlia. La donna, ovviamente, si era detta indignata e aveva accusato il programma di aver umiliato la ragazza e di averla messa sul patibolo.

È sconvolta e dispiaciuta.

aveva detto la donna che, in queste ore, è tornata a dire la sua. 

Sono la mamma di Ginevra e mi sento in dovere di scrivere questo mio pensiero e riflessione. Non riesco a rimanere indifferente e tranquilla dopo quello che è andato in onda. Ho visto la disperazione di un uomo incompreso e solo…è stato emarginato dal gruppo e ignorato da quelli che avrebbero dovuto dare il loro sostegno professionale. Perché non hanno agito prima? Perché hanno permesso che si arrivasse a tanto? Vorrei esprimere il mio grande dispiacere al sig. Marco Bellavia e chiedergli scusa personalmente.

ha fatto sapere la donna tramite i suoi social, spiegando di non volere giustificare la figlia e le cose che detto ma di soffrire comunque molto per la ragazza.

Soffro per lei perché è stata data in pasto agli squali… gli stessi che si indignano e gridano “NO AL BULLISMO”. Non vedo una fine a tutto questo odio. Soffro perché voglio ancora credere nel bene e spero che le parole abbiano ancora valore e peso nella coscienza delle persone ma per ora vedo solo e soltanto odio ed ipocrisia.

ha concluso. Che ne pensate delle sue parole?