Germi e strumenti a fiato: l’importanza di igienizzare

-
28/02/2021

La lotta ai germi non è facile, soprattutto quando questi si nascondo in posti che non analizziamo con attenzione. Gli strumenti a fiato sono un luogo perfetto per questi nemici invisibili. Igienizzare è fondamentale, soprattutto in un periodo come quello che stiamo vivendo.

Sassofono


Vuoi iscrivere tuo figlio ad un corso di musica ma non sai quale? Sicuramente uno strumento a fiato è un’ottima scelta, ad esempio il flauto è considerato uno strumento perfetto dal quale iniziare, essendo molto versatile e dando una buona base per l’approccio futuro ad altri strumenti. Ma attenzione.

Il flauto, il clarinetto, il sassofono: l’ambiente ideale per i germi, che si annidano e riescono a sopravvivere per diversi giorni negli strumenti a fiato.

Lo conferma uno studio pubblicato sulla rivista “International Journal of Environmental Health Research”: il gruppo di ricerca, coordinato da Stuart Levy della Tufts University School of Medicine, suggerisce di detergere sempre con cura questi strumenti.


Leggi anche: Dieta mediterranea: l’importanza dell’acqua

“Migliaia di bambini condividono ogni giorno gli strumenti musicali nelle scuole, ma spesso non esistono regole precise e codificate per la pulizia efficace di tali strumenti.”

Germi e strumenti a fiato: amici per la pelle

Sax

“Ma abbiamo scoperto che i germi patogeni sopravvivono sugli strumenti anche per uno o due giorni”, ha detto Stuart Levy, professore di Biologia molecolare e Microbiologia.

“Già nel 1957, le ricerche avevano dimostrato che gli strumenti a fiato potevano ospitare germi, e dai dati che sono stati raccolti risulta che le persone che li suonano soffrono spesso di mal di gola e di infiammazioni delle vie aeree, che spesso si trasmettono gli uni gli altri”.

Per evitare o, almeno, ridurre al minimo le possibilità di trasmissione dei germi, Levy e la sua équipe consigliano ai musicisti di utilizzare sempre strumenti propri. Ma, quando proprio non è possibile, e gli strumenti vengono condivisi, per ridurre la proliferazione dei germi sarebbe opportuno smontarli e pulirli con del cotone imbevuto di alcol, acqua e sapone, oppure di un disinfettante.


Vito Girelli
Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
Esperto in: Benessere e Lifestyle
Suggerisci una modifica