Flavio Briatore contro le pizze “economiche”: chissà cosa ci mettono…

Ilaria
  • Dott. in Scienze della comunicazione
20/06/2022

Flavio Briatore in questi giorni è finito al centro delle polemiche per il costo, ritenuto eccessivo, della pizza nel suo locale. L’imprenditore ha fissato il prezzo della margherita a 15 euro ed è stato duramente attaccato: ora lui ha deciso di rispondere dubitando degli ingredienti utilizzati dagli altri ristoratori… 

Flavio Briatore contro le pizze “economiche”: chissà cosa ci mettono…

Se volete mangiare in uno dei “Crazy Pizza“, i ristoranti di Flavio Briatore, dovete essere consapevoli che pagherete una margherita 15 euro. Questa notizia ha creato un’ondata di polemiche nei confronti dell’imprenditore, accusato di aver alzato eccessivamente il prezzo dei piatti: una serie di critiche, soprattutto a mezzo social, alle quali Flavio Briatore ha voluto rispondere senza mezzi termini.

Con un video pubblicato su Instagram, l’imprenditore ha spiegato in maniera dettagliata come mai la pizza di “Crazy Pizza” arrivi a costare 15 euro, ma non solo. Briatore si è detto molto sorpreso che il prezzo medio di una margherita nei gli altri ristoranti possa essere di 4 euro, insinuando un dubbio verso i suoi “colleghi”: cosa ci mettono dentro per farla costare così poco?

Flavio Briatore attacca i pizzaioli?

Flavio Briatore contro le pizze “economiche”: chissà cosa ci mettono…

Flavio Briatore, infatti, ha elencato i motivi per cui il costo della margherita è così alto, difendendo l’alta qualità del prodotto che viene offerto ai clienti:

Vi faccio degli esempi: il Patanegra (che noi vendiamo la pizza 65 euro), costa 300 euro al chilo, il San Daniele costa 35/36 euro, i pelati costano 4 euro, il Gran Biscotto 30/35 euro, la mozzarella di bufala 15 euro al chilo. La nostra farina più di 1,50 euro al chilo. […]

Non solo, l’imprenditore ha difeso anche il metodo attraverso cui viene realizzata la pizza di “Crazy Pizza” (che non è lievitata) e l’altissima qualità, attaccando i suoi colleghi e dicendosi incredulo del fatto che possano proporre una margherita a 4 euro:

Chiediamo a questi ragazzi qui come fanno a vendere una pizza 4 euro o 5 euro? Cosa mettono dentro questi signori qui? Presupposto che devi pagare il fornitore, l’Iva sul fornitore, gli stipendi, gli affitti, gli ammortamenti, le tasse ecc ecc… O vendi 50mila pizze al giorno oppure è impossibile!