Fedez: rifiuta la Rai dopo il concerto del Primo Maggio

Ilaria
  • Esperta in TV e Spettacolo
13/08/2021

I Seat Music Awards, che andranno in onda su Rai 1 il 9 e il 10 settembre, potevano essere l’occasione per Fedez per tornare in Rai dopo le polemiche del concerto del primo maggio. Il cantante, però, ha declinato l’invito: la motivazione, però, non è quella che tutti si aspetterebbero! 

fedez-1

Dopo le polemiche per il concerto del Primo Maggio, dove Fedez aveva portato un discorso a sostegno del ddl Zan, denunciando i vertici della Rai che avevano tentato di “censurare” le sue parole e mostrando in un video su Instagram una telefonata davvero molto accesa in cui il rapper aveva cercato di difendere la sua libertà di espressione, non ci sarà occasione di rivedere il cantante su Rai 1. 

Il 9 e il 10 settembre, in diretta dall’Arena di Verona, saranno trasmessi su Rai 1 i Seat Music Awards, condotti da Carlo Conti e Vanessa Incontrada. Sul palco saliranno moltissimi cantanti del panorama nazionale, sia coloro che hanno fatto ballare gli italiani con i tormentoni dell’estate, come Sangiovanni e Elettra Lamborghini, sia voci storiche della canzone italiana, come Claudio Baglioni.

Tra loro, però, non ci sarà Fedez. 

Fedez: non sarà ai Seat Music Awards

fedez-sanremo-2021-francesca-michielin-ferragni-vita-privata-chi-e-scaled

Il lungo elenco degli ospiti dei Seat Music Awards è stato già diffuso in questi giorni e ai più attenti non è sfuggito il fatto che il nome di Fedez non era presente. Perché il cantante ha deciso di non partecipare? La motivazione più scontata riguarda proprio lo scontro che è avvenuto in occasione del concerto del Primo Maggio, ma la realtà dovrebbe essere ben diversa.

Come spiegato dall’entourage di Fedez, infatti, l’invito per i Seat Music Awards era ovviamente arrivato al cantante, che però aveva già dato la sua disponibilità per un altro impegno. Per questo, il rapper ha rifiutato di partecipare e non si esibirà su Rai 1. 

Dopo le polemiche di maggio, quindi, Fedez non ha completamente chiuso le porte ad una futura ospitata in Rai, così come i vertici di Viale Mazzini non hanno escluso a priori il rapper dai loro eventi: il momento della “pace“, però, sembra essere ancora lontano.