Fedez, Orietta Berti e Achille Lauro: rischiano 5 milioni di multa

Ilaria
  • Dott. in Scienze della comunicazione
05/09/2021

“Mille” è stato il tormentone di questa estate 2021, peccato che per Fedez, Orietta Berti e Achille Lauro sia ancora in ballo la decisione dell’Antitrust che sta valutando se sia necessario applicare una sensazione per la pubblicità occulta fatta al brand Coca-Cola, citato nel ritornello del brano: la multa potrebbe arrivare a 5 milioni di euro! 

fedez_orietta_berti_achille_lauro

Mille” è stato una delle canzoni più ascoltate di questa estate 2021. Un vero tormentone creato ad hoc da un trio davvero inusuale ma molto speciale, formato da Fedez, Achille Lauro e la voce inimitabile di Orietta Berti: le note del brano, insieme al curioso ballo del ventaglio, sono diventate subito familiari al pubblico.

Non a caso “Mille” vanta più di 60 milioni di visualizzazioni su Youtube e un successo incredibile anche sulle radio e su Spotify. Tutto perfetto se non fosse che l’Antitrust ha deciso di aprire una pratica per valutare se l’uso del marchio “Coca-Cola“, citato nel famoso ritornello del brano possa rientrare tra i casi di pubblicità occulta.

Mille: videoclip del mirino dell’Antitrust

fedez-achille-lauro-orietta-berti-1125×768

A far scattare l’attenzione dell’Antitrust non è stato tanto il testo della canzone, quanto il video pubblicato su Youtube, dove potrebbe essere avvenuta la violazione delle norme che di solito vengono applicate in materia pubblicitaria. Nel caso in cui in video appaia un prodotto con finalità commerciali, questo va segnalato in maniera apposita ed evidente, al fine di tutelare il pubblico dei consumatori.

L’Antitrust, quindi, sta cercando di procedere in questa direzione, valutando cosa doveva essere fatto e interrogando sulla questione anche i diretti interessati. Al momento è difficile prevedere quale sarà il responso a cui si arriverà, ma di sicuro queste novità fanno capire che lo scontro tra Fedez e l’Antitrust è destinato a durare ancora per molto.

Nel caso in cui venisse accertata la responsabilità da parte dei cantanti, è già emersa la cifra a cui potrebbe ammontare la multa: si parla di 5 milioni di euro che l’Antitrust potrebbe chiedere come risarcimento ai consumatori!